Al via la Festa del Tricolore. Una giornata che vede l’ANA Verona stringersi all’arma dei Carabinieri.

Penne Nere: la festa del Tricolore a Conca dei Parpari

Puntuale, come per ogni altro fine settimana di questo luglio, anche domenica scatta il richiamo dell’adunata per le Penne Nere veronesi. Questa volta, teatro di memoria sarà Conca dei Parpari, nella Lessinia orientale, con la 36° Festa del Tricolore. Una giornata che vede l’ANA Verona stringersi all’arma dei Carabinieri, in ricordo dei caduti non solo in guerra ma anche nelle missioni di pace. Era il 2003 quando a Nassirya un’autocisterna irruppe ed esplose in una delle due basi dell’Operazione Antica Babilonia, la missione di pace italiana in Iraq. Le vittime furono 28: tra i 19 italiani, 12 furono i carabinieri che persero la vita.

“Da allora, l’incontro davanti al monumento in pietra in ricordo anche di quei caduti, è diventato importante momento d’incontro con i Carabinieri in armi e con l’associazione in congedo”, spiega Luciano Bertagnoli, presidente dell’ANA Verona.

“La vicinanza che noi alpini abbiamo con i carabinieri è fortissima. Ci lega uno spirito di collaborazione e di forte rispetto per questi uomini sempre in trincea – in missioni estere come nella quotidianità del territorio a difesa di tutti noi. Un impegno costante, spesso non riconosciuto, per il quale li ringraziamo”, aggiunge Bertagnoli.

Il programma

L’appuntamento con la manifestazione, organizzata dall’ANA Verona insieme ai gruppi di Roverè Veronese, San Rocco, San Vitale e San Francesco è alle 10 con l’Ammassamento nel piazzale davanti alla chiesetta, vicino al grande Crocifisso in legno. Alle 10.30 il cappellano sezionale don Rino Massella celebrerà la messa, al termine della quale, ci sarà la sfilata fino al Monumento ai caduti insieme all’Associazione Nazionale Carabinieri di Verona per la commemorazione ai Caduti e la deposizione della corona di alloro. La cerimonia sarà animata dal Corpo Bandistico di Illasi e dalla “Schola Cantorum con il Coro La Stele” di Roverè. In zona, vicino all’area camper, sarà allestita una tensostruttura che ospiterà le cucine da campo, al lavoro dal mattino per preparare il Rancio Alpino, servito dalle 12.30. Il programma prosegue anche il pomeriggio. Alle 15, infatti, parte la Corsa podistica non competitiva organizzata dallo SCI CLUB Roverè in collaborazione con l’Avis e i Gruppi alpini del Comune. La conclusione della giornata è al Palazzetto dello Sport con le premiazioni, dalle 17 circa. Si chiude così un luglio molto intenso per le Penne Nere dell’ANA Verona che nelle scorse settimane hanno fatto tappa sul Baldo, sull’altopiano di Asiago e in Lessinia. La prima domenica di luglio, centinaia di alpini si sono arrampicati sul Baldo per circa due ore – partendo da San Zeno di Montagna e dintorni – e hanno raggiunto la chiesetta di Costabella, sull’omonimo crinale. Nel fine settimana a metà mese erano a centinaia sull’Ortigara per rendere omaggio alle migliaia di soldati che lì hanno perso la vita nella tragica battaglia di oltre cento anni fa. E a distanza esatta di una settimana, gli alpini veronesi sono saliti di nuovo in vetta per il tradizionale pellegrinaggio a Passo Fittanze, all’ombra del monumento ai caduti di tutte le guerre.

Leggi anche:  Tragedia Antonov, commemorazione per le 49 vittime