Pfas e problemi in gravidanza scoperto il nesso. Lo studio è del reparto di Andrologia e Medicina della Riproduzione dell’Università di Padova.

Pfas e problemi in gravidanza scoperto il nesso

Nell’ambito del XXXIV Convegno di Medicina della riproduzione, il gruppo di ricerca del professor Carlo Foresta presenterà uno studio sulle ragazze ventenni residenti nell’area rossa Pfas del Veneto. I Pfas alterano la funzione dell’utero interagendo col progesterone e bloccano i meccanismi che regolano il ciclo mestruale, l’annidamento dell’embrione e il decorso della gravidanza. Inoltre alterano la regolarità del ciclo mestruale e ritardano la comparsa delle prime mestruazioni.

Gli altri argomenti del convegno

Medicina della riproduzione, cosa cambia? Come viviamo i cambiamenti fisici, ambientali, psicologici e sociali che stiamo attraversando in un momento di veloce e multiforme evoluzione? Aging e sessualità, aspetti psicosociali. La popolazione anziana è in progressivo aumento, e in costante aumento anche la necessità di avere una salute intima e sessuale in età avanzata. Caleidoscopio Donna, tra fisiologia e patologia. Un incontro che vede protagonisti la contraccezione, l’endometrio, le sue disfunzioni e le terapie, età anagrafica ed età biologica della donna, le problematiche legate alla perimenopausa. Denatalità e Ipofertilità, quale ruolo per l’ambiente. Ormoni e fertilità; concepire un figlio sano, qual è il limite di età? La fecondazione eterologa è una soluzione? La coppia infertile, quale percorso terapeutico? I risultati della ricerca e gli argomenti che saranno discussi nel corso del Convegno di Medicina della riproduzione che si terrà ad Abano dal 28 febbraio al Centro Congressi Pietro d’Abano, saranno illustrati in anteprima alla stampa nel corso di una conferenza.