Ripristinata la delegazione di Dossobuono della polizia municipale di Villafranca: è stata inaugurata nella mattinata di oggi, lunedì 4 marzo.

Polizia municipale, nuova sede a Dossobuono

“La delegazione è esistita fin dal 1989 – ha spiegato il comandante della polizia municipale Angelo Competiello – Era arrivata ad ospitare fino a 6 persone, ma, con il ridursi del personale, era stata portatata a Villafranca”.

Ora è stata ripristinata con una ristrutturazione dei locali in viale Europa, 28 e la presenza di quattro unità, tra cui il vice comandante Massimo Caldana.

Le funzioni

Il sindaco Roberto Dall’Oca ha illustrato i compiti della nuova delegazione, sottolineando che sarà impegnata con funzione di controllo anche fuori dall’aereoporto, oltre che nel controllo del territorio e per la problematica dei rifiuti. “Qualcuno ha chiesto che potessero intervenire nell’attraversamento pedonale di via Cavour e su questo punto stiamo ancora riflettendo se ripristinare il servizio di volontari – Ha precisato Dall’Oca – Questa delegazione è una risposta importante che è stata data. Qualcuno sui social scriveva che volevamo smantellarla e invece è stata ristrutturata anche l’anagrafe nella parte del ricevumento, con due persone nuove, ex vigilasse”.

Leggi anche:  Concerto di beneficenza per "La valigia di Caterina"

Il commento del consigliere Nicola Giuliani: “Era ora”

Presenti all’inaugurazione anche i consigliri comunali Martina Pasetto, Stefani Predomo e Nicola Giuliani, il quale ha commentato sinteticamente con un: “Era ora”.

Il vice comandante Caldana ha aggiunto: “E’ venuto fuori un bel lavoro. Cerchiamo di dare un riferimento costante a un bacino di circa 10mila unità, quello delle tre frazioni di Dossobuono, Alpo e Rizza, fornendo un servizio anche di pronto intervento”.

“E’ un inizio” ha concluso il comandante Competiello, precisando che una pattuglia è sempre stata sul territorio e l’apertura nella delegazione di Dossobuono la mattina è sempre stata garantita anche se con personale ridotto. “Inizieremo con orari ridotti, ma su appuntamento si potrà sempre incontrare il vice comandante. Con l’aiuto dell’amministrazione, se riusciremo a ripristinare l’organico (prima eravamo 6 persone in più), speriamo di fare meglio man mano.