Porsche da corsa all’aeroporto Catullo di Villafranca. Si vince un giro in pista con il team Rosmarc-Ghinzani in attesa della 13esima edizione della Porsche Carrera Cup Italia.

Porsche da corsa all’aeroporto Catullo di Villafranca

Un vero e proprio gioiello dell’ingegneria automobilistica, una Porsche 911 GT3 di seconda generazione: motore boxer di derivazione stradale, 6 cilindri, 485 cavalli, 4000 cc. Per la gioia di tutti gli appassionati di motori, fino al 15 febbraio la vettura sarà in mostra all’Aeroporto di Verona, con la possibilità di scattare foto a bordo e vincere un giro in pista con il team Rosmarc-Ghinzani, in attesa della 13^ edizione della Porsche Carrera Cup Italia.

La scelta dell’aeroporto

I nuovi test inizieranno solo in primavera, ma c’è già chi scalda i motori: «Quest’anno siamo saliti sul podio in diverse tappe, ma per il 2019 puntiamo a vincere il campionato e siamo già al lavoro per riuscirci – sottolinea Rosario Marchese, ceo di Marchese Group, main sponsor della squadra – Il team è milanese, ma a Verona ci legano la nostra storia e un affetto particolare, per questo abbiamo scelto l’Aeroporto come luogo per mettere in mostra la vettura e dare la possibilità al pubblico di vivere l’adrenalina di un giro in pista. Chissà che la città non diventi il nostro portafortuna!».