Saranno spesi quasi 15mila euro per abbattere le tante barriere architettoniche ancora presenti nel centro di Verona.

I fondi messi a disposizione dalla Regione

Il Comune, infatti, si è aggiudicato il contributo di 14.663,54 euro messo a disposizione dalla Regione Veneto con il bando per cofinanziare la redazione dei Peba nei Comuni del Veneto. Con questi fondi si riesce a coprire la metà del costo progettuale del Piano redatto per il centro storico di Verona, del valore complessivo di 29.327,08 euro.

Tutte le barriere architettoniche sono schedate

Presentato la settimana scorsa, il primo Peba di Verona ha mappato tutti i siti critici del centro storico cittadino, rilevando ben 2.330 ‘ostacoli’. Ora, per la prima volta, tutte le barriere architettoniche risultano schedate, con foto e suggerimenti per la loro eliminazione, e on-line, in quanto già integrate nel Sistema Informativo Territoriale del Comune di Verona.

 “Ne sarebbe stata felice Nicoletta Ferrari”

“Una notizia che ci fa molto piacere e che avvalora il lavoro di mappatura effettuato sul campo in questi mesi – commenta l’assessore alla Programmazione ed interventi per abbattimento barriere architettoniche Ilaria Segala -. Ne sarebbe stata felice anche Nicoletta Ferrari, fondatrice e anima di disMappa, di cui proprio oggi sono stati celebrati i funerali. E’ anche grazie al suo progetto e al suo costante impegno per una città a misura di disabile, che oggi Verona può vantare il primo strumento per l’abbattimento delle barriere architettoniche”.

Leggi anche:  Sbarca a Verona "DropTicket", l'App per pagare i parcheggi blu

LEGGI ANCHE: “Eliminazione delle barriere architettoniche”