Diffuso dall’organo per la sicurezza alimentare del Ministero della Sanità un avviso di richiamo per il salame Citterino a marchio Citterio

Il richiamo

Il prodotto in questione è il lotto 3523-51, venduto in pezzi sfusi di circa 200 gr senza indicazione di scadenza. Il salame proviene dallo stabilimento di Santo Stefano – Ticino dell’azienda Giuseppe Citterio Salumificio Spa, ed il motivo dell’avviso è che il prodotto non è stato ritenuto conforme ai criteri di sicurezza alimentare. Dalle analisi è risultata infatti una possibilità di contaminazione microbiologica.

Da non consumare

A scopo precauzionale e al fine di garantire la sicurezza dei consumatori, viene raccomandato a coloro che hanno acquistato il prodotto del medesimo lotto di appartenenza, di non consumarlo, in quanto potrebbe essere nocivo.

TORNA ALLA HOMEPAGE