Si è svolto a Modena, al Museo Enzo Ferrari, il seminario “Comunicare l’Automobile Oggi”, durante il quale autorevoli esponenti del settore automotive si sono interrogati sul tema. La conferenza è inserita nell’ambito di Modena Wheels – Motori, tradizione e innovazione, la manifestazione dedicata alla città di Modena e alla passione per i motori, patrocinata dal Comune di Modena, da Motor Valley e da Fondazione Casa Enzo Ferrari.

Silvia Nicolis fra gli intervenuti

Fra gli intervenuti Silvia Nicolis, Presidente del Museo Nicolis, riferisce sull’esperienza espositiva della collezione stabile dell’automobile, dove quando esci hai un’idea di quello che è successo, e si confronta con raffinati interlocutori in discipline complementari: il fondatore di Vai Elettrico Mauro Tedeschini, Lorenzo Boscarelli (AISA), Andrea Militello (exterior design FERRARI SPA), Lorenzo Ardizio (curatore Museo Alfa Romeo) e Damiano Razzoli (UNIMORE).

Il Museo Nicolis

Il Museo Nicolis, espone al mondo gli anni fondamentali della storia: uno dei più interessanti musei privati a matrice industriale nel panorama internazionale, esempio di comunicazione e cultura, espressione del migliore ‘900 dove le automobili, attraverso la velocità, hanno sintetizzato il progresso sociale e la tecnologia nelle peculiarità dei marchi che ne raccontano l’evoluzione: Alfa Romeo, Ferrari, Lancia, Maserati, Bugatti, Rolls Royce, Jaguar, Avions Voisin, Darrack, Isotta Fraschini, Mercedes.

L’automobile al centro del dibattito

Ed è proprio l’automobile al centro del dibattito, intesa come “prodotto”, come espressione di “brand” e come percorso evolutivo, tema sul quale il Nicolis è da sempre opinion leader; realtà emblematica della moderna cultura d’impresa e brand heritage esponendo gli anni fondamentali della storia. Il successo delle recenti mostre tematiche, Passione Volante l’ultima in ordine cronologico, conferma la scelta visionaria in ambito di comunicazione, salvaguardia e diffusione di questa esperienza.

Leggi anche:  Coldiretti presenta un progetto sperimentale contro la cimice asiatica

“Poter partecipare a questo tavolo è per me motivo di orgoglio”

“E’ un vero piacere poter condividere con gli intervenuti l’esperienza del Museo Nicolis, insieme al nostro modo di comunicare la storia e la cultura dell’automobile a beneficio della collettività”, afferma Silvia Nicolis, “poter partecipare a questo tavolo è per me motivo di orgoglio, dove fra l’altro sono presenti brand  come Ferrari e Alfa Romeo che hanno illuminato la scena sportiva italiana e che fanno parte del motivo dominante della nostra scuola di pensiero. Essere proprio a Modena capitale della Motor Valley, al Museo dedicato a Enzo Ferrari qualifica il nostro sistema; poter raccontare le sfide del Museo Nicolis è l’ennesimo riconoscimento del posizionamento internazionale e gratifica enormemente l’impegno che ogni giorno spendiamo per condividere e trasmettere il valore storico delle nostre collezioni”.