Sociale: 1189 volontari garantiscono passaggi gratuiti a disabili e anziani. Assessore Lanzarin: “Con progetto Stacco, oltre 37 mila viaggi assicurati in un anno”.

Passaggio gratuito

Sono 1189 i volontari del Veneto che garantiscono un passaggio gratis a disabili e anziani per raggiungere l’ambulatorio medico, l’ufficio comunale, l’ospedale o un ufficio pubblico. Nell’ultimo anno hanno effettuato oltre 37 mila viaggi, percorrendo 1300 chilometri sulle strade del Veneto. Sono i numeri del ‘progetto Stacco’ che mette in rete, su base provinciale, le associazioni di volontariato che offrono un servizio di trasporto e accompagnamento gratuito alle persone più fragili nel territorio veneto.

Convegno regionale di sabato

Stato di salute, prospettive e sviluppo della rete di trasporti solidali in Veneto sono al centro del convegno regionale in programma sabato 10 novembre a Mestre: un’occasione per mettere  a confronto le esperienze maturate nelle diverse province del Veneto e per guardare avanti, facendo tesoro anche delle indicazioni della ricerca condotta dalla Federazione del volontariato di Verona e dall’ateneo scaligero.

Stacco

“’Stacco’(acronimo che  indica trasporto sociale in rete a chiamata) è una iniziativa di vera sussidiarietà autorganizzata, di incrocio solidale tra una ‘domanda’ sociale e una ‘offerta’ di tempo donato,  dove il soggetto pubblico ha solo il ruolo di regolatore e di regista. La Regione Veneto sostiene questo importante servizio, che aiuta famiglie e non autosufficienti ad affrontare esigenze di mobilità, stanziando 500 mila euro l’anno”.

Leggi anche:  Zelger: esperti dell'udito in Dogana Veneta

Il contributo

Il contributo regionale è stato confermato nei giorni scorsi dalla Giunta  regionale, con un aumento del 25 per cento rispetto al 2017. “Numeri e rendicontazione – dichiara l’assessore – ci confermano la validità del servizio, attivo dal 2015 nelle province di Belluno, Venezia, Verona, Treviso e Vicenza. La Regione contribuisce alle spese vive, in relazione all’attività svolta e al numero di persone trasportate”.

Sostegno al comitato d’intesa

Nel dettaglio, quest’anno la Regione sosterrà il Comitato di intesa tra le associazioni volontaristiche della provincia di Belluno (110 mila euro), la Federazione del volontariato di Verona (110 mila euro), il Coordinamento delle associazioni di volontariato della provincia di Treviso (105 mila euro), la federazione provinciale di Vicenza “Volontariato in rete” (60 mila euro) e il coordinamento delle associazioni di volontariato della città metropolitana di Venezia (115 mila euro). Per Padova e Rovigo, le due aree che ancora non aderiscono al modello regionale,  le attività di trasporto solidale nei confronti di anziani, disabili e persone sole sono sostenute dai finanziamenti della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.