Stanziati 350mila euro per mezzi e attrezzature ai Vigili del Fuoco.

Stanziati 350mila euro per mezzi e attrezzature

La giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin, ha stanziato 350mila euro per l’acquisto di mezzi e attrezzature che saranno concesse in comodato al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. “La delibera– evidenzia Bottacin – conferma un’importante collaborazione avviata lo scorso anno attraverso la firma di una convenzione che ha permesso di iniziare un percorso quinquennale tra il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e il nostro sistema regionale di Protezione Civile. La finalità è quella di rafforzare e rendere sempre più moderno ed efficiente il sistema Veneto, attraverso il coordinamento sul territorio delle forze istituzionalmente preposte agli interventi di previsione e prevenzione dei rischi e di contrasto attivo alle pubbliche calamità.”

Una sinergia che porta garanzie

“Il sistema Veneto è già al top – sottolinea l’assessore – ma attraverso questa sinergia abbiamo potuto verificare, anche in occasione della tempesta Vaia, come sia fondamentale garantire, ad esempio, soccorsi sempre più rapidi. Proprio visto il buon esito di queste prime esperienze e valutato positivamente il lavoro svolto nel corso del 2018, abbiamo ritenuto di fondamentale importanza continuare sulla strada tracciata, confermando il rapporto di collaborazione”. Per questo è stato predisposto, in accordo con il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e le strutture regionali, un Piano Operativo Annuale 2019 che riporta le caratteristiche tecniche delle attrezzature e dei mezzi da acquistare e concedere in comodato d’uso gratuito ai Vigili del Fuoco della Regione del Veneto. “Una collaborazione sempre più solida tra il Corpo e la nostra Protezione Civile – conclude Bottacin – grazie alla quale oltre a coordinare l’utilizzo di uomini, mezzi e strutture, puntiamo a rafforzare anche gli aspetti formativi e di addestramento in tutti gli ambiti di attività di protezione civile, compresa l’informazione alla popolazione e nelle scuole, così da garantire maggior sicurezza ai cittadini ad ogni livello.”