Immancabile anche quest’anno l’appuntamento con Straverona, evento per sportivi e famiglie che coinvolge tutta la città, organizzato da Associazione Straverona in collaborazione con l’Assessorato allo Sport del Comune di Verona. Il terzo fine settimana di maggio, sabato 18 e domenica 19, il centro storico di Verona prende vita con i colori, le voci e l’entusiasmo contagioso della Straverona.

Sabato spazio ai più piccoli

Sabato 18 è dedicato soprattutto a bambini e ragazzi con l’8ª Straverona Junior e la prima edizione della corsa competitiva Trofeo Straverona Junior. La domenica invece sono i podisti, i runner più o meno esperti, le famiglie a scendere per strada per la classica Straverona. La manifestazione rimane un appuntamento per coinvolgere l’intera città e offrire un’occasione per vivere il centro di Verona in modo differente e sano, trasmettendo i valori per un corretto stile di vita. Per questo, ogni anno si conferma un evento imperdibile, con oltre 20.000 persone e questa 37ª edizione si preannuncia ricca di novità per poter superare il record e coinvolgere sempre più cittadini e turisti.

I tre percorsi

Alle ore 9 di domenica 19 maggio la partenza, sotto i Portoni di piazza Bra, della classica Straverona. Tre rimangono i percorsi tra cui i runners potranno scegliere: 6 km piani, 10 km ondulati e 20 km più impegnativi, per mettersi alla prova.

Il percorso da 6 km

Il percorso da 6 km è completamente piano e senza barriere architettoniche ed è quindi affrontabile anche con passeggini e carrozzelle. Anche per questo è l’itinerario più scelto dalle famiglie. Offre a chi passeggia o vuole fare una breve corsa di godere degli scorci di Verona e assaporare lo spirito della Straverona. L’itinerario tocca Porta Nuova, Porta Palio, Regaste e Basilica di S. Zeno; esce dall’ansa dell’Adige su ponte Risorgimento e rientra dal Ponte Scaligero di Castelvecchio, nei pressi del quale si trova il ristoro. Quindi prosegue fino al duomo di Verona. Il ritorno permette di ammirare la basilica di S. Anastasia e Piazza Erbe, prima di sbucare in piazza Bra all’ombra dell’ala dell’Arena.

Il percorso da 10 km

Il percorso da 10 km è quello più amato e scelto della Straverona. Dopo il primo tratto coincidente con l’itinerario più breve, l’intermedio si mantiene all’esterno del centro storico per affrontare la salita delle Torricelle e arrivare a Castel San Pietro, dove è possibile godere della vista sulla città. Si ritorna quindi verso il centro attraversando Ponte Pietra e di lì si raggiunge l’arrivo in Bra.

Il percorso da 20 km

Il percorso da 20 km è invece il più impegnativo, con i suoi 300 mt di dislivello porta i runners a scavalcare le colline per arrivare fino in Valpantena. I partecipanti arrivati a San Giorgio – la prima parte coincide con il percorso da 10 km – vengono condotti tra le colline e le pinete, passano sotto le mura scaligere delle Torricelle per giungere fino a Quinto di Valpantena. Il ritorno verso il centro della città è dalla Strada Castellana, passando per Porta Vescovo e il quartiere di Veronetta.

Iscrizioni

Tre sono le modalità di partecipazione. Usufruendo solo dei servizi, la quota di iscrizione è di 3,50€, oppure ricevendo il pacco gara è di 8€, mentre ricevendo la maglia tecnica di Straverona 2019 è di 11€. Sono previste agevolazioni per chi si iscrive online e per i tesserati FIASP – UMV – CSI – FIDAL (quote di 3, 7, 10€), mentre subiranno una maggiorazione nei giorni 18 e 19 maggio. È possibile iscriversi alla Straverona nei punti iscrizione distribuiti in tutta la provincia, all’interno dei negozi Decathlon di Dossobuono, Km Sport di Bussolengo e San Martino Buon Albergo, Verona Runner di Bussolengo, Sport Life di Bovolone, Play In di Verona e, solo nel weekend 11-12 maggio, dalle 10 alle 19, al centro commerciale Verona Uno (fronte Mediaworld) di San Giovanni Lupatoto. Ma sarà possibile iscriversi anche al gazebo FIASP-Verona e UMV durante le manifestazioni podistiche e allo stand in Piazza Bra dal 3 al 18 maggio, con orario lun-ven 12–19 e sab-dom 10–19. Rimane attiva naturalmente anche l’iscrizione online su www.straverona.it entro il 17 maggio. I singoli possono iscriversi, infine, anche domenica 19 maggio, prima della partenza, ma è consigliato anticipare ai giorni precedenti per evitare possibili code o disagi. Per i gruppi, invece, è necessario iscriversi via e-mail a iscrizioni@straverona.it entro le ore 21 del 16 maggio, allegando lista degli iscritti (cognome – nome – data di nascita – numero tessera). Per info: 3478817185.

Leggi anche:  Tocatì 2019, inaugurata la 17ᵃ edizione

Straverona expo, informazioni tecniche

Anche per l’edizione 2019, Straverona e ATV offrono a tutti i partecipanti un ulteriore servizio al fine di agevolare tutti coloro che vorranno correre la 37 a Straverona senza preoccupazioni. Nella giornata di domenica 19 maggio sarà infatti attivato un servizio gratuito di bus navetta a ciclo continuo con partenza dal parcheggio C dello Stadio Bentegodi, che consentirà così di lasciare le automobili in un parcheggio
comodo e capiente senza dover fare coda in prossimità del centro storico. Il servizio avrà i seguenti orari: 07.00 – 8.30 per l’andata e 11.30 – 14.30 per il ritorno. Inoltre, per facilitare quanti vogliono raggiungere Piazza Bra in bicicletta per praticità, ma non saprebbero dove parcheggiarla, FIAB Verona, grazie ai propri volontari, offre anche quest’anno un servizio di custodia gratuita delle bici in uno spazio chiuso e sorvegliato adiacente alla partenza della corsa attivo dalle 8:00 alle 13:00. Questo sicuramente contribuirà a diminuire il traffico automobilistico legato all’evento, evitare parcheggi “fai da te” delle biciclette, sensibilizzare i partecipanti alla mobilità attiva ovvero all’uso urbano della bici, mezzo di trasporto veloce economico ed ecologico.

Straverona training

Per avvicinare alla corsa anche chi non lo ha mai fatto, anche quest’anno è stato attivato il programma di allenamento Straverona training, organizzato in collaborazione con la facoltà di Scienze motorie dell’Università di Verona. Da aprile sono cominciati gli allenamenti con cinque appuntamenti totali. Grazie ai preparatori atletici dell’area di Scienze Motorie dell’Università di Verona, è stato possibile seguire un
percorso graduale di avvicinamento alla Straverona, con un programma di allenamenti specifici, ma anche apprendere il corretto movimento durante la corsa, per ottimizzare le energie e migliorare le proprie performance.

Charity program

Come sempre, in occasione della manifestazione, Associazione Straverona dimostra la sua vicinanza e la sua presenza sul territorio promuovendo un programma di solidarietà di anno in anno differente: una raccolta fondi a sostegno di progettualità che coinvolgano organizzazioni no profit del e per il territorio veronese. Ogni partecipante, con l'iscrizione alla Straverona, contribuirà automaticamente al Charity Program, perché parte del ricavato verrà devoluto ai due progetti scelti. In aggiunta, chi si iscrive online può fare una donazione scegliendo una delle opzioni disponibili nel sistema di registrazione. Con il supporto del CSV (Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Verona), per il 2019 si è scelto di sostenere l’Associazione Alzheimer Verona con il progetto “La forza di non essere soli”, che racchiude iniziative per la sensibilizzazione sull’Alzheimer e il sostegno ai malati, con attività di simulazione cognitiva attraverso la musica, l’arte, la motorietà. Le donazioni andranno a sostegno di anziani con decadimento cognitivo, delle loro famiglie e indirettamente delle comunità territoriali, in un’ottica di informazione e sensibilizzazione della cittadinanza. Inoltre in questa edizione di Straverona, si è scelto di sostenere anche all’Associazione Orchestra per la Vita ONLUS, che promuove la ricerca scientifica sul sarcoma epitelioide, un tipo di tumore ultra raro, che per l’esiguo numero di casi non è oggetto di investimenti in ricerca da parte di case farmaceutiche e gode di pochissimi studi con finanziamento pubblico. I fondi raccolti durante la Straverona a favore dell’Associazione Orchestra per la Vita verranno indirizzati al supporto di un progetto di ricerca recentemente delineato, in collaborazione con l’IRCCS CROB (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico e Centro di Riferimento Oncologico della Basilicata che allo stato attuale è unico a livello mondiale). Tali studi possono dare una concreta speranza ai pazienti colpiti da questa forma di tumore.

La presentazione della manifestazione

Questa mattina all’interno del Centro Commerciale Verona Uno è stata presentata l’edizione numero 37  di Straverona, “La manifestazione è da sempre un appuntamento rivolto all’intera città, alla provincia di Verona e a quelle limitrofe” ha spiegato Gianni Gobbi, presidente di Associazione Straverona. Un evento che raccoglie ogni anno oltre 20 mila appassionati: “Cercheremo di regalare ai partecipanti un’occasione per vivere il nostro centro storico in modo differente e sano, trasmettendo i valori per un corretto stile di vita. Il programma è sempre più ricco: oltre alla corsa sui tre percorsi da 6, 10 e 20 km, avremo la passeggiata culturale, l’ingresso gratuito nei principali musei, la Straverona Junior e, novità assoluta di quest’anno, il primo Trofeo Straverona Junior, il campionato provinciale Fidal di corsa su strada per le categorie cadetti e ragazzi”.