Puliranno i giardini e le piazze pubbliche, si sporcheranno le mani negli orti per anziani, si occuperanno di piccole manutenzioni in scuole e edifici comunali. Faranno ‘fatica’, ma ne usciranno sicuramente arricchiti. I giovani di Verona e provincia che hanno dai 14 ai 19 anni, studenti quindi delle scuole superiori, quest’estate possono partecipare al primo progetto ‘Ci sto? Affare farica’, promosso dalle Cooperative Energie Sociali e L’Albero con il supporto del Comune.

Tutti i Comuni che partecipano all’iniziativa

Oltre a Verona, partecipano all’iniziativa anche i Comuni di San Giovanni Lupatoto, Villafranca, Legnago e Cerea, per circa 1500 ragazzi coinvolti nelle attività di lavoro e 150 tutor che li affiancheranno. Si conta saranno almeno 100 i cantieri estivi attivati a Verona e provincia tra quest’estate e la prossima grazie al progetto biennale. I ‘lavori’ si svolgeranno dal 10 giungo al 26 luglio, più di un mese e mezzo in cui i ragazzi , suddivisi in gruppo coordinati dai tutor, si prenderanno cura dei luoghi del territorio, secondo una lista di priorità fornita direttamente dai Comuni o, nel caso di Verona, dalle Circoscrizioni. La fatica verrà ricompensata con un buono di 50 euro che i ragazzi riceveranno per ogni settimana di attività, da poter spendere in abbigliamento, libri scolastici, sport e tempo libero. Ai tutor spetterà invece un buono di 100 euro.

Un progetto innovativo

Un progetto innovativo per Verona e provincia, che trova la sua forza nella rete di soggetti che collaborano, convinti del valore educativo della proposta ma anche di quello sociale e civico. Se i ragazzi hanno infatti la possibilità di rendersi utili per la comunità in cui vivono, approcciandosi anche al mondo del lavoro, per il territorio è l’occasione di sfruttare energie giovani per la manutenzione di diversi luoghi pubblici. Dai parchi giochi alle scuole comunali, dagli edifici pubblici agli orti per anziani, i ragazzi si prenderanno cura del verde e della riqualificazione di luoghi abbandonati della città. Le attività saranno dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 12.30. I giovani possono scegliere di partecipare ad una o più settimane. Attraverso il sito www.cistoaffarefatica.it si può accedere alla informazioni necessarie e all’iscrizione, scegliendo il territorio e la settimana di preferenza. Già aperto il bando per i tutor, mentre per gli adolescenti le iscrizioni on line si potranno fare dal 15 maggio e saranno aperte per tutta la durata del progetto.

Leggi anche:  Centri commerciali chiusi la domenica: gli operatori dicono “no” VIDEO

La presentazione dell’iniziativa

Supportata da Fondazione Cariverona, l’iniziativa è stata presentata oggi in municipio dall’assessore ai Servizi sociali. Presenti i coordinatori del progetto Cristiano Bolzoni di Energie Sociali, Francesco Righetti per la cooperativa L’Albero, l’assessore al Decentramento, i presidenti delle Circoscrizioni 2ª, 4ª e 5ª con i presidenti delle commissioni Sociale, il vicepresidente di Amia, i rappresentanti dei Comuni di San Giovanni Lupatoto, Villafranca e Cerea, e Antonina Lauretta di Leroy Merlin, in rappresentanza degli sponsor. “Un esempio di cosa significa davvero fare rete per il bene comune – ha detto l’assessore ai Servizi sociali -.Un progetto a cui crediamo molto, perchè risponde a diversi obiettivi, a cominciare dal responsabilizzare i nostri giovani, che avranno la possibilità di confrontarsi con il mondo del lavoro, che vuole dire fatica ma anche collaborazione e condivisione”. “Per Verona sono già cinque le Circoscrizioni che hanno aderito, ma stiamo coinvolgendo anche molte scuole e realtà del mondo associativo che gestiscono spazi pubblici – ha aggiunto l’assessore al Decentramento -. Segno che l’iniziativa piace molto, sia per il valore educativo che civico”. Collaborano al progetto anche la Cooperativa Arele e il Centro di Servizio per il Volontariato di Verona.