Un brindisi tra vino e cultura, lungo un percorso di circa tre chilometri, alla scoperta di 250 etichette provenienti da Italia e Francia con degustazioni, arte, musica e laboratori. Torna, per il quinto anno consecutivo, ‘Hostaria’. Dall’11 al 13 ottobre, il centro di Verona ospita il Festival del vino e dei sapori, con un nuovo percorso enogastronomico che andrà dai giardini dell’Arsenale a piazza Indipendenza. E proprio in quest’ultima piazza troveranno spazio le ‘Tre Venezie’, con le prelibatezze del mare di Caorle e i vini del Trentino e del Friuli Venezia Giulia. Sul ponte di Castelvecchio, invece, degustazione di olio extravergine di oliva. All’Arsenale tornerà la ‘foresteria’ con le eccellenze vitivinicole italiane.

Stand dedicati alle “sbecolerie”

E tra le particolarità, gli stand dedicati alle ‘sbecolerie’, i laboratori sul formaggio Monte Veronese, il brindisi di coppia sulla Terrazza di Giulietta proposto dal consorzio Lessini Durello. Oltre alle serate musicali e agli appuntamenti con gli ospiti, tra i quali i Sonohra, Red Canzian e Sara Simeoni, che si terranno in Cortile Mercato Vecchio. L’edizione 2019 sarà dedicata alla memoria del veronese Gianni Frasi, torrefattore e bluesman, uno dei massimi esperti di caffè in Italia.

Biglietti

I biglietti saranno in prevendita fino a mezzogiorno di venerdì 11 ottobre. Comprando il ticket online si avrà uno sconto particolare, un gettone degustazione omaggio e si salteranno le code, andando direttamente a ritirare il proprio bicchiere. E per tutti i visitatori è previsto uno speciale biglietto per gli autobus urbani, alla tariffa di 1 euro sarà possibile viaggiare per tutta la giornata. Le persone saranno così facilitate a lasciare a casa l’auto oppure a parcheggiare fuori dalla cintura urbana.

Leggi anche:  Limitazioni strada provinciale a Rivoli Veronese

La presentazione dell’evento

L’evento è realizzato dall’associazione culturale Hostaria in collaborazione con il Comune di Verona, con il patrocinio di Regione Veneto e GAL Baldo Lessinia. A presentare la tre giorni di festival, questa mattina in municipio, erano presenti l’assessore alle Manifestazioni Filippo Rando, il presidente della prima Circoscrizione Giuliano Occhipinti, il presidente dell’associazione Hostaria Alessandro Medici, il direttore artistico dell’evento Leonardo Rebonato. E poi l’assessore al Turismo del Comune di Caorle Alessandra Zusso, il direttore del Consorzio Vini del Trentino Graziano Molon, il consigliere del Gal Baldo Lessinia Alberto Sandri, il vicepresidente di Amt Gianluca Soldo, il direttore del Consorzio di tutela del Monte Veronese Paola Giagulli e il direttore del Consorzio di tutela Vino Lessini Durello Aldo Lorenzoni. “Un evento in grado di coinvolgere tutta la città, per festeggiare il tempo della vendemmia – ha detto Rando -. Una manifestazione capace di diffondere la cultura del vino, una delle grandi eccellenze del nostro territorio, ricordando l’importanza del bere responsabilmente. E arricchendo la tre giorni di eventi, incontri e laboratori. Ringrazio gli organizzatori che con impegno rendono possibile tutto questo”.