Un 2018 da record per il Consorzio del Lugana. Oltre 17,5 milioni di bottiglie, con un trend di crescita del +8,6%. Continua è anche l’attività di promozione internazionale.

Un 2018 da record per il Consorzio del Lugana

Sono molto positivi i bilanci per il Lugana DOC, che nel 2018 ha registrato un trend di crescita che va oltre l’8,6% rispetto all’anno precedente, per un totale di bottiglie prodotte pari a 17.578.533. Numeri davvero notevoli che riconfermano il successo del bianco Lugana nei mercati internazionali, per un fatturato che conta un 70% di export, trainato da Nord Europa e USA. Grande apprezzamento arriva anche da parte della critica: Kerin O’Keefe, penna dell’autorevole review americana Wine Enthusiast, ha premiato la regione gardesana e i suoi vini, posizionandola tra le prime dieci mete enoturistiche di tutto il mondo da visitare nel 2019.

Obiettivi futuri

Il 2019 si apre così all’insegna del consolidamento e del posizionamento della Denominazione nei mercati mondiali, con un ricco programma di attività promozionali che si svilupperà nel corso dell’anno e che verrà inaugurato già a metà febbraio con Wine Paris .

Il commento del Direttore del Consorzio di Tutela Veronese

Carlo Veronese, Direttore del Consorzio di Tutela, commenta: «Sull’onda della crescita considerevole di numeri e risultati della DOC, siamo alla costante ricerca di nuove sfide e nuovi mercati, tra i quali quello francese. È la prima volta, infatti, che la DOC prende parte ad attività promozionali a Parigi, in particolare con la partecipazione a Wine Paris, una fiera inedita che metterà in evidenza la ricchezza dei territori viticoli mondiali».

Leggi anche:  Autovelox e ufficio mobile di prossimità

I prossimi appuntamenti promozionali

Il Consorzio intende rafforzare il suo ruolo-guida per garantire ai produttori, ma anche ai consumatori, un’offerta promozionale efficace, partecipando a eventi e a manifestazioni di richiamo internazionale, che rappresentano importanti occasioni di incontro e di confronto con un pubblico specializzato di buyer, stampa e professionisti del settore. Il Consorzio del Lugana volerà quindi a marzo negli USA, dove avrà luogo lo Slow Wine USA Tour 2019, che toccherà le città di San Francisco, Portland, Denver, New York e Boston, e a Düsseldorf per il consueto appuntamento con ProWein. Successivamente parteciperà al Vinitaly, a Verona, al Best Wine Star di Milano e all’attesa London Wine Fair di Londra, tappe fieristiche che si alterneranno a masterclass in Europa e alla nuova edizione di «Armonie senza Tempo».