Una mostra sul tricolore, la storia dell’inno degli italiani ed un concerto popolare rivolto a tutta la cittadinanza. Verona è pronta per festeggiare la 158ª Giornata dell’Unità d’Italia, con una settimana di eventi promossi dal Comune e dal Comando delle Forze Operative di Supporto, con la collaborazione di Agsm.

Gli eventi di venerdì 8 marzo

Si parte domani, venerdì 8 marzo, con la mostra in Gran Guardia. Circa 200 le bandiere esposte, in parte originali e in parte ricostruite filologicamente, che illustrano le vicende del Tricolore italiano dal 1797 ad oggi. A corredo, anche documenti, oggetti e cimeli legati al vessillo nazionale. La mostra, curata da Norino Cani e Pietro Compagni, sarà aperta fino a domenica 17 marzo, dalle 9 alle 18.

Venerdì 15 marzo

Venerdì 15 marzo sarà la giornata ‘clou’, con una serie di iniziative che inizieranno al mattino per concludersi in serata e coinvolgeranno tutta la cittadinanza, bambini compresi. Alle scuole è infatti riservato l’evento della mattina: una lezione-spettacolo sul canto degli italiani, noto come inno di Mameli. Sul palco uno dei massimi esperti italiani dell’inno nazionale, Michele D’Andrea, un passato alla dirigenza del Quirinale, conoscitore di storia e cerimoniale. Sarà lui che, con ironia e disincanto, non solo racconterà a studenti e insegnanti la genesi e la storia del nostro inno, ma spiegherà anche il modo corretto di cantarlo, mettendo alla prova il giovane pubblico.

Concerto popolare dell’Unità d’Italia

La lezione di D’Andrea sarà riproposta alla sera, al termine del grande concerto popolare dell’Unità d’Italia a cui tutta la cittadinanza è invitata a partecipare. L’appuntamento è sempre in Gran Guardia, alle 18, con l’orchestra di fiati nazionali dei Conservatori di musica, circa 70 elementi provenienti da tutta Italia per un evento che ripercorrerà, attraverso la musica, le tappe salienti degli ultimi due secoli di storia italiana.

Leggi anche:  Penne Nere dell'Ana Verona presenti al raduno di Tolmezzo

La presentazione in Comune

A presentare il cartellone degli eventi, il sindaco Federico Sboarina e il generale del Corpo d’Armata del Comfoter di Supporto Giuseppenicola Tota. Presenti per Agsm Marco Cappelletti e il curatore della mostra Piero Compagni. “Una nuova collaborazione tra Comune e Comfoter, sempre più presente sul territorio con iniziative vicine alla comunità. Penso alla bellissima iniziativa di educazione civica con le scuole, che dallo scorso autunno ha coinvolto centinaia di studenti, ma anche agli allenamenti dei soldati sui bastioni, un altro modo di fare sicurezza oltre che l’occasione di rivitalizzare alcune zone cittadine – ha detto il sindaco -. L’inno nazionale e il tricolore sono simboli che si danno spesso per scontati ma che in realtà hanno un valore molto profondo, perché davanti alla nostra bandiera siamo tutti italiani, senza alcuna differenza”.

“Affetto reciproco tra Verona e il suo esercito”

“Un affetto reciproco, quello tra Verona e il suo esercito – afferma il generale Tota-, e queste iniziative vanno proprio nella direzione di coinvolgere i cittadini su ciò che li rappresenta come popolo, a cominciare dai simboli della bandiera e dell’inno nazionale. Ci aspetta una settimana di iniziative di alto livello, grazie anche alla partecipazione di esperti di fama nazionale. Dalla mostra alla lezione sull’inno fino al concerto popolare, l’auspicio è che siano davvero numerosi i cittadini che vogliano approfondire aspetti della nostra storia che si danno spesso per scontati. Ringrazio Prefettura, Agsm e soprattutto il Comune per aver contribuito alla realizzazione di questo grande evento”.