Veneti nel mondo, la migliore tesi di laurea è di una veronese. Si tratta di Michela Tottola, nata a Negrar ma residente a Verona.

Veneti nel mondo, la migliore tesi di laurea è di una veronese

Sono Michela Tottola, nativa di Negrar ma veronese Doc, laureata all’università Cà Foscari di Venezia, e gli allievi dell’istituto collegio “Brandolini-Rota” di Oderzo i vincitori della prima edizione del premio istituito dalla Regione Veneto per la miglior tesi di laurea e il miglior prodotto audiovisivo sul tema dell’emigrazione veneta. Il concorso è rivolto agli allievi delle terze e quarte superiori e ai laureandi/laureati rientra tra le iniziative per favorire la sensibilizzazione delle giovani generazioni e la conoscenza del fenomeno migratorio veneto previste dal piano triennale regionale per l’emigrazione veneta.

La premiazione

Domani martedì 5 febbraio, alle 10, i giovani vincitori verranno premiati a palazzo Ferro-Fini, sede del consiglio regionale del Veneto: la ricercatrice di Cà Foscari e gli allievi di quinta dell’istituto Brandolini, accompagnati da alcuni docenti e genitori, riceveranno i due assegni di 5mila euro dalle mani dell’assessore regionale ai flussi migratori Manuela Lanzarin, dell’assessore alla Scuola Elena Donazzan e del presidente del Consiglio regionale del Veneto Roberto Ciambetti.

Leggi anche:  Test antidroga per gli amministratori veronesi

La tesi di Michela

La tesi di laurea di Michela Tottola, dal titolo “Nuovi scenari di turismo culturale: il turismo genealogico” (relatore il professor Mario Volpe), è stata scelta dalla commissione esaminatrice in quanto esplora la grande emigrazione veneta e aiuta a comprenderne gli aspetti di ricaduta economica nella regione e nei paesi di destinazione, anche in termini di risultati economici e imprenditoriali. Il testo verrà pubblicato nel sito della Regione Veneto.