Il sindaco al lavoro per bandire il fumo in centro.

Venezia: sindaco propone il divieto di fumo in centro

Il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro dopo un viaggio a Tokyo, metropoli già da tempo in larga parte smoke free, avrebbe maturato l’idea di mettere al bando il fumo in centro. «Io inizierei da alcune aree delicate del centro storico, come Rialto e San Marco, dove c’è molto affollamento soprattutto di turisti — spiega il sindaco Luigi Brugnaro —. Parla uno che ogni tanto fuma il sigaro, ma cerco di evitare di farlo quando c’è tanta gente, anche se sono all’aperto. È chiaro che ci saranno dei luoghi attrezzati per fumare, ma minimi, poi ogni locale sarà obbligato a trovare delle zone fumatori».

Venezia green

Venezia è molto attiva sul fronte green, e ha già deciso ad esempio di mettere al bando la plastica nei locali pubblici a partire dal 2021. In Comune vi sarebbe già un gruppo di lavoro incaricato di elaborare un’ipotesi progettuale per il divieto di fumo. L’intento di Brugnaro sarebbe quello di definire le aree libere dal fumo entro alcuni mesi, prima della fine del suo attuale mandato, nel 2020.

Leggi anche:  Autovelox Verona, dove saranno i controlli dal 16 al 22 settembre

Il Comune sta pensando di dare, come gadget, delle piccole buste di plastica: «I fumatori sarebbero così chiamati a un approccio più responsabile rispetto a un gesto che ha un oneroso impatto sull’ambiente — sottolinea —. È chiaro che dovremmo individuare degli sponsor, ma ce la faremo».