Per la prima volta, tutto sarà blu. Verona è pronta a colorarsi delle sfumature del cielo e a dedicare un’intera settimana alla sensibilizzazione sull’autismo. Ovunque apparirà l’hashtag #alzalosguardo. Un invito rivolto a tutti. In Gran Guardia o sulla Torre dei Lamberti, da Porta Borsari agli aperitivi sulle torricelle, tutto parlerà di inclusione. E se nel resto del mondo il 2 aprile sarà la ‘Giornata internazionale per la consapevolezza dell’autismo’, nella nostra città sarà in corso la prima edizione di una vera e propria maratona di eventi.

Una settimana di eventi

Cuore pulsante dell’intero programma le iniziative che si terranno dal 29 marzo al 7 aprile. Mostre, laboratori, feste, ma anche convegni scientifici ed eventi sportivi. Compreso un consiglio comunale, quello del 5 aprile, dedicato all’autismo, che avrà come ospiti bambini e ragazzi ‘speciali’ che potranno portare richieste e istanze ai rappresentanti eletti dai cittadini. Proprio nell’aula consiliare, infatti, il 14 marzo scorso era stata approvata all’unanimità la delibera per denominare la nostra città ‘Verona blu’ e istituire la settimana di eventi.

Si parte il 29 marzo

Si partirà il 29 marzo, con l’esposizione fotografica “Visioni future”, aperta dalle 15 alle 18 a Palazzo Barbieri, per proseguire il 30 marzo con la proiezione su Porta Borsari dei cortometraggi ‘Crazy Horse’ e ‘Guardare al domani’, dalle 21 a mezzanotte. Domenica 31 marzo, tutte le famiglie ‘blu’ festeggeranno al maneggio Family Ranch di Pescantina.

Giovedì 2 aprile sarà una giornata centrale

Giornata centrale sarà ovviamente quella del 2 aprile. Composizioni floreali coloreranno di blu piazza Bra. Mentre in Gran Guardia, dalle 9 alle 18, si terrà il convegno ‘Autismo: un problema di transizione o una prospettiva per l’intero arco di vita?’. Nelle altre sale sarà proiettato il film per le scuole ‘Quanto basta’ e per bambini e ragazzi saranno proposti numerosi laboratori creativi e incontri con animali. Alle ore 18 partirà la sfilata con la Marching stomp band. Alle ore 20.45 l’Hellas Verona giocherà ricordando la settimana blu, indossando durante i riscaldamenti la maglietta dedicata all’evento. Il 3 aprile apericena in blu all’Amen e il 4 aprile al Duchi Caffè. Anche il Chievo scenderà in campo giovedì sera con le magliette di ‘Verona Blu’.

Venerdì 5 aprile l’autismo entrerà in consiglio comunale

Venerdì 5 aprile, dalle 10.30 alle 12, l’autismo entrerà in Consiglio comunale, per una seduta che vedrà protagonisti i ragazzi. Il 6 aprile si proseguirà con il rafting in blu, a partire dalle 9.30; dalle 11 alle 17, invece, si terrà il Meeting Aspie alla Società Letteraria. Domenica 7 aprile, dalle 10 alle 12, tutti invitati alla passeggiata in compagnia ‘Nordic walking’ a ‘Le caprette’ di Pescantina, dopo la quale si terrà il pranzo per ‘Verona blu’. Entrambi gli eventi sono prenotabili entro il 4 aprile al numero 0458320921 o via e-mail all’indirizzo continuandoacrescere@gmail.com. Alle ore 18 la Blu Volley Verona si riscalderà indossando le magliette dell’evento. Dal 31 marzo al 6 aprile Lunik acconciatori, in vicolo cieco Porta Palio, regalerà divertenti tagli di capelli a tutti i ragazzi ‘speciali’. Altri due eventi si terranno nelle settimane seguenti: il 12 aprile, alle ore 20.30, in Gran Guardia, ‘#alzalosguardo ai talenti speciali’, una serata con alcuni dei protagonisti di Italia’s got talent. Infine, il 13 aprile, a San Zeno si terrà la santa messa, seguita da una cena conviviale.

La presentazione del programma

Il programma delle iniziative è stato presentato questa mattina, in sala Arazzi, dal sindaco Federico Sboarina, insieme all’assessore ai Servizi sociali Stefano Bertacco, al presidente del Consiglio comunale Ciro Maschio, alla presidente della commissione consiliare Politiche sociali Maria Fiore Adami e al consigliere comunale Laura Bocchi. Erano presenti il dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Verona Albino Barresi, insieme al responsabile dell’ufficio integrazione Michele Bonetti; il direttore del Centro regionale per l’autismo Leonardo Zoccante; la rappresentante della Fondazione Cattolica Silvia Baccilieri; il presidente di Agec Roberto Niccolai; il presidente di Agsm lighting Filippo Rigo. Numerosi in sala Arazzi anche i rappresentanti delle associazioni che partecipano alla realizzazione della manifestazione.

Sboarina: “Orgoglioso di presentare la prima settimana blu per l’autismo”

“Sono orgoglioso di presentare la prima settimana blu per l’autismo – ha detto Sboarina -, frutto di un percorso iniziato mesi fa. Siamo partiti, infatti, con un convegno in fiera, al quale è seguita la visita del presidente della Repubblica al centro specializzato di Borgo Trento, incontro che Mattarella ha poi ricordato nel suo discorso di fine anno. Una cassa di risonanza importante su Verona che ha dato ulteriore impulso al nostro lavoro. Attraverso la sensibilità di alcuni, in questo caso consiglieri comunali e associazioni che hanno lavorato insieme per dar vita ad un programma ricchissimo, puntiamo a sensibilizzare più persone possibili. Siamo tutti unici e questa è la cosa più bella che emergerà da queste giornate. Ringrazio tutti coloro che hanno aderito, dalle onlus alle società sportive, dall’ufficio scolastico provinciale agli sponsor, dimostrando anche in questo caso che l’unione fa la forza”.

Leggi anche:  Straverona 2019, attesi oltre 20mila partecipanti

“Giornata emozionante”

“Oggi è una giornata emozionante – ha spiegato Bertacco -. Vederci tutti riuniti attorno a questo tavolo e ripensare ai mesi di lavoro e alla manifestazione che è stata organizzata mi rende particolarmente orgoglioso. Sono certo che sarà una settimana ricca per tutti, a partire dai genitori e dai ragazzi che vivono l’autismo tutti i giorni e ai quali l’amministrazione comunale vuole dare spazio e parola. Per questo è nata la settimana blu. L’hashtag ‘alzalosguardo’ è un appello che vogliamo fare a tutta la cittadinanza, affinchè si inizi a vedere ciò e chi ci sta attorno. Le persone autistiche non chiedono privilegi o vie preferenziali, ma accoglienza e inclusione. Solo lavorando in questa direzione si potranno raggiungere traguardi importanti”.

“Una delle pagine più belle scritte all’interno dell’aula consiliare”

“Lo scorso 14 marzo il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità la delibera per istituire la settimana blu – ha ricordato Maschio -. Una delle pagine più belle scritte all’interno dell’aula consiliare, per la profondità degli interventi che abbiamo potuto ascoltare e per l’adesione convinta di tutti i consiglieri. Ringrazio pertanto tutta l’amministrazione per aver voluto e sostenuto questa iniziativa. In Consiglio saremo ben felici di ospitare, per una seduta dedicata all’autismo, tutti i bambini e ragazzi speciali che ci presenteranno le loro richieste e istanze”.

“Questa iniziativa si deve ripetere tutti gli anni”

“Un lavoro davvero proficuo che ci ha permesso di conoscere tante realtà che ogni giorno si impegnano, in maniera silenziosa, per l’inclusione delle persone autistiche – ha affermato Adami -. Ecco perché è nata l’idea di dar loro voce, proprio a cavallo del 2 aprile, Giornata internazionale sulla sensibilizzazione della condizione dell’autismo. Abbiamo voluto portare in Consiglio comunale una delibera affinchè da quest’anno l’iniziativa si ripeta tutti gli anni e le future amministrazioni rispettino questo impegno sociale e civile. Abbiamo bisogno di unità e partecipazione per arrivare ad una vera inclusione, che porti alla condivisione”.

“Verona ha bisogno di un faro accesso sul mondo dell’autismo”

“Verona ha bisogno di un faro accesso sul mondo dell’autismo – ha detto Bocchi, mamma di un bimbo autistico e tra le promotrici dell’iniziativa -, di creare ponti tra il nostro mondo ed il loro, mettendo in luce ogni sfumatura. I dati più recenti dicono che ogni 62 bambini nati, uno è autistico, eppure nessun tipo di analisi fisica o genetica evidenzia anomalie. Ecco perché dobbiamo guardare a questa condizione, come a un modo diverso di vedere la realtà. Non dobbiamo guarire le persone autistiche da loro stesse, ma fare in modo che la società le includa. Se non le isoliamo, possono davvero darci molto”.

Le associazioni che partecipano all’iniziativa

Questo l’elenco delle associazioni che partecipano all’iniziativa: Continuando a crescere, Ants, Euritmie, Associazione Aurora, Anffas, Abal, Cars, Cofhagra, I fantastici quindici, Gruppo Asperger Veneto, Più di un sogno, L’officina dell’Aias, Autismi Verona, Coordinamento Autismo Veneto e Angsa.