Veronella piange Ciono. Una folla di persone per l’estremo saluto al titolare dello storico bar in via Marconi.

Veronella piange Ciono

La comunità di Veronella si è riunita oggi per il funerale di Giorgio Rezzadore, titolare dello storico “Ciono’s bar” in via Guglielmo Marconi  che gestiva da 30 anni ed ex giocatore della vecchia Aurora di Veronella. Una folla di persone per l’estremo saluto. Giorgio, conosciuto da tutti come Ciono, era amato e ben voluto per la sua semplicità e per il suo sorriso. L’uomo è morto giovedì notte nella sua abitazione, a causa di un tumore, all’età di 62 anni.

Le parole dei suoi cari

Rappresentava per Veronella un pezzo di storia, come ha ricordato il parroco don Matteo Zilio, tutti andavano nel suo bar non solo per bere ma soprattutto per trovare qualcuno con cui parlare. “Hai lasciato un grande vuoto tra noi” lo ha ricordato Marisa Rettore.

“Siamo orgogliosi di avere avuto uno zio come te – lo hanno ricordato i nipoti durante la celebrazione – potevamo chiederti qualsiasi cosa ed eri sempre disponibile con noi. Amavi fare le passeggiate in montagna e cucinare le grigliate per tutta la famiglia”.

Leggi anche:  Autostrade: via libera ai tutor, sistema riattivato per il controesodo

“Non ti sei mai lasciato sconfiggere dalla malattia. Anzi eri tu che ci incoraggiavi quando eravamo sopraffatti dallo sconforto” lo hanno ricordato gli amici.

Attivo anche in politica

“Hai amato tanto il tuo paese servendolo tra le fila della maggioranza e anche della minoranza. Portando sempre avanti i tuoi valori e ideali” lo hanno ricordato gli amici. Giorgio è stato consigliere di minoranza al tempo del sindaco Antonio Cicolin. Aveva ricoperto poi il ruolo di assessore al sociale con l’amministrazione di Dino Paggiola.