Voucher digitalizzazione contributi per 10mila euro.

Aiutare le piccole e medie imprese

“I voucher concessi dalla Camera di Commercio per aiutare economicamente le micro, piccole e medie imprese veronesi negli interventi in tema di digitalizzazione vanno rilanciati”. Questa la posizione di Confartigianato Verona, in merito ad una concreta opportunità di sviluppo per le realtà imprenditoriali che “devono necessariamente modernizzarsi – spiega il Presidente Andrea Bissoli –. Non c’è alternativa: anche le imprese di minori dimensioni non possono più permettersi di considerare secondario, rispetto al lavorare sodo di ogni giorno, l’utilizzo delle nuove tecnologie digitali per la gestione delle loro aziende”.

Raccolta richieste

La raccolta delle richieste per i contributi sulla digitalizzazione delle imprese è iniziata lo scorso 5 marzo, nell’ambito del pacchetto di bandi per il 2018 concessi dalla Camera di Commercio, e scadrà alle ore 21.00 del 16 ottobre 2018. Oggetto dell’intervento possono essere corsi di formazione su nuove tecnologie digitali (partendo da una spesa minima di 300 euro) e servizi di consulenza su nuove competenze digitali (spesa minima di 2.000 euro).

Voucher digitalizzazione

Sia per il percorso di formazione, sia per il servizio di consulenza, l’impresa può ottenere un voucher di importo massimo pari al 50% delle spese ammissibili ed effettivamente sostenute a partire dal 5 marzo e fino al 31 dicembre 2018, fino al valore massimo di contributo totale pari 10mila euro. Sono escluse le spese relative all’acquisto di attrezzature, hardware e software.

“I soldi ci sono”

“I soldi per aiutare le imprese ci sono – afferma il Presidente di Confartigianato Verona – e sarebbe un peccato non utilizzarli. Ecco perché ci stiamo impegnando in un rilancio che auspichiamo trovi ampia diffusione e adesione. La digitalizzazione del nostro lavoro e dei rapporti con gli altri la viviamo tutti, quotidianamente, e chi vuole fare impresa non può più rimanerne fuori: smartphone, app, Internet, computer, e-mail, Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione, privacy, pubblicità on-line, social network, e-commerce, cybersicurezza, pagamenti on-line, sistemi gestionali, accesso alle pratiche dei vari enti pubblici, adeguamento alla digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, ecc. Sono tutte parole e concetti che ormai sentiamo, usiamo o subiamo ogni giorno e non devono più spaventare, ma essere governati con consapevolezza”.

Leggi anche:  Rimborsopoli miete vittime: una casa a rischio

Consulenza a disposizione delle aziende

“Molte aziende potenzialmente interessate – aggiunge il segretario di Confartigianato Verona, Valeria Bosco –, potrebbero non riuscire a presentare domanda per accedere al contributo dell’Ente Camerale, anche per mancanza di competenze informatiche o, ad esempio, della firma digitale. Confartigianato Verona e UPA Servizi, dunque, sono a disposizione di tutte le micro, piccole e medie imprese veronesi, per consulenza e assistenza nella predisposizione della domanda di contributo e per l’invio telematico della stessa. Non solo, possiamo anche indirizzare gli imprenditori sulla via della digitalizzazione, rispondendo ai loro bisogni di formazione e consulenze”.