A Buttapietra non sarà attivata la procedura specifica prevista per le zanzare che possono diffondere la febbre West Nile.

Nessun focolaio di West Nile a Buttapietra

Oltre al sindaco di Mozzecane, anche il sindaco di Buttapietra decide di comunicare ai cittadini con chiarezza l’attuale situazione delle disinfestazioni sul territorio comunale.
“Su tutto il territorio di Buttapietra , gli interventi sulle larve di zanzara nelle caditoie stradali ed adulticida sono iniziati già da qualche mese e continueranno fino a settembre – spiega Sara Moretto sulla sua pagina social “Sara Moretto sindaco di Buttapietra” – Gli interventi di disinfestazione sulla zanzara adulta (possibile portatrice del virus West Nile) devono essere eseguiti in base alle direttive della Regione Veneto e dall’ULSS 9 una volta che quest’ultima abbia accertato la presenza del virus in un soggetto umano (focolaio) che sia stato punto dalla zanzara. Ad oggi nessun caso è stato riscontrato nel territorio di Buttapietra”.

“La procedura specifica non verrà attivata”

Il sindaco prosegue chiarendo che proprio per questo motivo la procedura specifica prevista dagli enti suddetti (disinfestazione di 200 metri per la zanzara adulta, 500 metri per le larve dal focolaio sia per le aree pubbliche che per quelle private) non verrà attivata, ma continueranno gli interventi di disinfestazione già programmati e che verranno pubblicati sul sito del Comune.

Leggi anche:  Veronella piange Ciono

Le raccomandazioni alla cittadinanza

È fondamentale tenere chiuse le finestre durante gli interventi di disinfestazione e adottare le misure di protezione individuale di comune buon senso senza eccessivo allarmismo.

“È importante verificare nelle proprie abitazioni, parchi e giardini che non vi siano ristagni d’acqua che possono diventare incubatrici per le zanzare” conclude infine il sindaco.