Zaia ha inaugurato il 3° Festival Pro Loco Veneto. “Grazie ai volontari che lavorano gratis per la comunità e che alla comunità ritornano tutto ciò che guadagnano”. Con queste parole il Governatore della Regione del Veneto Luca Zaia ha aperto ufficialmente a Villa Contarini di Piazzola sul Brenta il 3° Festival delle Pro Loco del Veneto, manifestazione dedicata all’enogastronomia, alle tradizioni e al folclore locali sapientemente custodite e valorizzate dazi volontari della regione.

In questa occasione – ha proseguito il Governatore Zaia –vorrei anzitutto rivolgere un pensiero alla vicenda di Trieste per esprimere la mia vicinanza alle forze dell’ordine che, come i volontari, sono al servizio della comunità. Il nostro è un Paese strano, dove i volontari vengono trattati come delinquenti mentre i delinquenti non si possono ammanettare. Per questo alle Pro Loco dico grazie. Se domani si spegnessero le luci delle Pro Loco, è bene ricordarlo, di turismo ne vedremo davvero poco e il turismo, in Veneto, ha un fatturato di 18 miliardi. So che voi volontari avete un problema, di cui la vicenda di Refrontolo è solo la punta dell’iceberg, il simbolo di una battaglia . Ma è solo grazie alle Pro Loco se abbiamo, nel nostro territorio, dei veri fenomeni agroalimentari e turistici, grazie al lavoro di valorizzazione dei volontari. Le Pro Loco sono il front office delle istituzioni, il collegamento diretto con il turista e per questo la Regione del Veneto continuerà a fare con le Pro Loco un percorso comune. Ai volontari dico grazie per quello che avete fatto, che state facendo e che farete all’ennesima potenza”.

Il senatore Antonio De Poli, che ha portato il saluto della Presidente del Senato Casellati, ha proseguito ringraziando i volontari Siete il cuore pulsante del Veneto, così come le fasce tricolori, il contatto diretto del governo con i cittadini. Noi politici dovremmo toglierci la casacca del partito e lavorare per garantire alle Pro Loco, ai sindaci e ai cittadini la possibilità di organizzare e vivere gli eventi in assoluta sicurezza”.

Il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà, ha proseguito evidenziando come le Pro Loco italiane siano una bellissima realtà: Nelle Pro Loco sono cresciute intere generazioni, nel segno del dialogo e del rispetto. Molto volontari oggi sono sindaci, consiglieri o siedono in Parlamento. Le Pro Loco sono un modello che dovrebbe essere esteso alle attività di Governo. Lavorare insieme, dialogare, superare le barriere per raggiungere l’obiettivo vuol dire fare un salto di qualità e dare ai giovani certezze e futuro”.

Mi rende orgoglioso, come rappresentanti di Unpli, la presenza di tante autorità così importanti ha proseguito il presidente di UNPLI Nazionale, Antonino La Spina – perché significa veder riconosciuto il valore delle Pro Loco; per i volontari questa è la migliore approvazione possibile. Avere gli amministratori vicino ci da la forza per affrontare e superare i problemi che stiamo incontrando, per questo chiediamo alle istituzioni tutto il loro supporto”.

Per noi questa è una giornata davvero importante– ha concluso il presidente Unpli Veneto, Giovanni Follador – il tema sicurezza per noi è una priorità e andremo fino in fondo grazie anche al supporto della Regione del Veneto e a chi a Roma si fa nostro portavoce per ottenere una legge ad hoc sulla sicurezza delle manifestazioni. Speriamo che questo presto si traduca in realtà, perché gli eventi devono essere sicuri anche per chi li organizza”.

E domani, 6 ottobre dalle 10 alle 20 pressoPiazza della Filatura (Ex Jutificio) il pubblico potrà “toccare con mano” il grande impegno dei volontari delle Pro Loco che animano le piazze di paesi e città con tante iniziative. Un mondo tutto da scoprire ed assaggiare, un tripudio di sapori e colori in cui ogni Pro Loco presenterà i propri piatti tipici, in una grande vetrina dell’inestimabile patrimonio enogastromico della regione.

Oltre alle centinaia di stand enogastronomici non mancherà il divertimento, con proposte culturali e di intrattenimento per ogni età che costantemente si alterneranno nell’arco della giornata: gruppi folcloristici provenienti da tutto il Veneto, esibizioni di gruppi bandistici, momenti di dimostrazione della lavorazione dei prodotti tipici, antichi mestieri, attività didattiche e laboratori per bambini.

La Festa delle Feste è anche l’occasione giusta per approfondire quella straordinaria ricchezza di proposte messe in campo da ciascuna provincia e l’opportunità per programmare una gita nel Veneto ancora da scoprire o partecipare alle visite guidate a Villa Contarini.

Infine, l’immancabile lotteria del Festival Pro Loco la cui estrazione avverrà alle 16.30 all’interno dell’Ex Jutificio.

Tutti gli eventi, il programma e gli aggiornamenti sulla pagina Facebook: unpliveneto.proloco