La Polfer ha indivuato a bordo di un treno Frecciarossa, M.G., cittadino italiano di quarantotto anni, la cui scomparsa era stata denunciata dalla convivente.

48enne scomparso: ritrovato in stazione a Verona

I serrati controlli effettuati all’interno della Stazione Ferroviaria di Verona Porta Nuova dagli agenti della Polizia di Stato hanno permesso di rintracciare una persona segnalata dai familiari come scomparsa. Nello specifico, lunedì pomeriggio gli agenti della del Compartimento Polfer hanno individuato, a bordo di un treno Frecciarossa proveniente da Milano, M.G., cittadino italiano di quarantotto anni, la cui scomparsa era stata denunciata dalla convivente. L’uomo, che appariva calmo ed in buone condizioni di salute, è stato accompagnato dagli agenti presso gli Uffici di Polizia dove, di li a poco, è stato ricongiunto con i propri familiari.

Intenzioni suicidarie

Gli accertamenti effettuati hanno consentito di appurare che M.G., nella serata precedente, a seguito di un banale diverbio con la compagna, si era volontariamente allontanato da una struttura alberghiera di Milano ed aveva contattato via SMS la donna, facendole supporre intenti suicidi. Quest’ultima, intimorita dalle intenzioni manifestate dall’uomo, non vedendolo rientrare, aveva deciso di sporgere formale denuncia di scomparsa . Immediatamente sono state attivate, su tutto il territorio nazionale, le ricerche che, grazie all’attento operato degli uomini della Polizia di Stato, hanno garantito l’esito positivo dell’intera vicenda, conclusasi appena poche ore dopo la segnalazione.