Ancora arresti per droga. I carabinieri hanno arrestato uno spacciatore e un ricercato entrambi sono finiti in carcere.

Arrestato un siciliano

Erano circa le ore 14 di mercoledì 29 agosto, quando i militari della stazione di San Giovanni Lupatoto hanno arrestato un italiano di origini siciliane, nullafacente e già noto alle forze dell’ordine, di fatto residente nel centro lupatotino.

L’inseguimento

Gli operanti, dopo aver individuato il 51enne, quale possibile spacciatore, hanno avviato un servizio di appostamento e dopo averlo osservato salire in sella alla sua bicicletta elettrica, hanno deciso di seguirlo a distanza. Il sospettato ha percorso varie strade secondarie raggiungendo questa Piazza Bra’. Qui si è incontrato con un tossicodipendente e poco dopo è ritornato verso casa ma proprio pochi metri prima di rientrarvi, è stato bloccato dai carabinieri. L’individuo poco prima aveva ceduto della “roba” ad un tossicodipendente che era stato nel frattempo bloccato da un’altra pattuglia.

Eroina

Le immediate perquisizioni personali e domiciliari hanno permesso di sequestrare complessivamente mezzo etto di eroina suddivisa in 18 involucri pronti per essere spacciati al dettaglio ed un “sasso” ancora da frazionare. Il pusher è quindi stato arrestato e portato in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Leggi anche:  Arrestata spacciatrice a Sommacampagna

Un altro spacciatore in zona

Nelle stesse ore, a Verona, zona Golosine, proprio nelle vicinanze del SERT, un equipaggio del Radiomobile ha notato un tunisino 30enne, già conosciuto, destinatario di ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Verona il 27 aprile u.s., poiché condannato definitivamente alla reclusione per spaccio di stupefacenti. Anche quest’ultimo è stato tradotto a Montorio a disposizione dell’autorità giudiziaria.