Arrestati due pusher e abusivi. Irregolari e abusivamente in un edificio, due uomini sono stati trovati in possesso di sostanze stupefacenti destinate allo spaccio.

Arrestati due uomini

Nella tarda serata di venerdì 28 settembre i carabinieri della Stazione di San Bonifacio hanno arrestato per concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e occupazione abusiva di edificio due cittadini marocchini, irregolari sul territorio italiano ed uno dei quali gravato da precedenti di penali anche specifici.

Il controllo

Il tutto è avvenuto in località Villabella di San Bonifacio. I due, un 29enne ed un 23enne, entrambi senza fissa dimora, erano da qualche giorno monitorati dai militari sambonifacesi. E così ieri, alla prima favorevole occasione, è scattato un accurato controllo, frutto di un ben organizzato servizio, che ha consentito il rinvenimento di 35 grammi di hashish, 6 di marijuana ed 1 di cocaina, tutto suddiviso in dosi per il successivo spaccio. La susseguente perquisizione domiciliare ha consentito il rinvenimento di un bilancino di precisione, di materiale vario per il confezionamento delle dosi e di 915 euro in banconote di vari tagli, somma ritenuta provento dell’attività di spaccio. Il tutto è stato posto in sequestro.

Leggi anche:  Frontale tra auto: un morto e un ferito grave

Davanti al giudice

Nel corso delle operazioni i Carabinieri hanno inoltre appurato che l’abitazione nella disponibilità dei due rei è stata occupata abusivamente. Dopo aver trascorso la nottata nelle camere di sicurezza della Compagnia di San Bonifacio, i due stranieri sono stati accompagnati al Tribunale di Verona dove il giudice, dopo aver convalidato l’arresto, ha rimesso in libertà gli indagati, infliggendo loro il divieto di nella provincia di Verona. Inoltre, il giovane pregiudicato dovrà destinare 200 euro ad un ente benefico prima del 3 ottobre, data in cui è stato rinviato il processo.