I Carabinieri della Stazione di Peschiera del Garda hanno arrestato in esecuzione di mandato di arresto europeo M. T., svizzero, classe ’55, imprenditore, positivo in Banca Dati per i reati di frode, falsificazioni e contraffazioni, commessi in Germania.

Alloggiava in un albergo di Peschiera

L’indagine che ha portato al rintraccio scaturisce da una efficace attività informativa svolta dalla pattuglia della locale Stazione che, nel corso di un servizio perlustrativo, ha appurato che un soggetto, nei cui confronti era stato emesso un mandato di arresto europeo (identificato successivamente in M. T.), stava alloggiando presso una struttura ricettiva del comune di Peschiera del Garda; a quel punto i Carabinieri hanno prontamente svolto attente e mirate ricerche, riuscendo ad individuare la struttura ove lo stesso alloggiava e si sono portati sul posto per catturarlo.

L’arresto

Al momento del controllo, tuttavia, il M. non era in camera poiché si era allontanato poco prima insieme alla compagna; a quel punto i militari si sono immediatamente attivati al fine di rintracciarlo e, dopo ore di serrate ricerche e mirati servizi di osservazione nei pressi della struttura, sono riusciti a individuarlo e bloccarlo mentre si stava accingendo a rientrare in albergo. M. T. è stato quindi tratto in arresto in esecuzione del mandato di arresto e, successivamente, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Verona Montorio, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.