Nella serata di ieri, venerdì 3 maggio 2019, i carabinieri della compagnia di Villafranca di Verona hanno tratto in arresto un cittadino di origine marocchina (R.B., classe ’92) residente nella provincia di Modena, poiché responsabile del reato di “detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio”.

L’arresto nei pressi del casello dell’autostrada

Nell’ambito di un servizio perlustrativo, i militari dell’Arma stavano svolgendo alcuni posti di controllo volti proprio al contrasto dello spaccio di stupefacenti nel territorio di competenza. In tarda serata, nei pressi del casello autostradale A/4 di Sommacampagna, hanno individuato un’autovettura ove viaggiava il citato giovane: all’atto dell’identificazione, vista l’evidente agitazione, i carabinieri hanno deciso di approfondire gli accertamenti e procedere alla perquisizione dell’auto. All’ interno del cambio hanno  così individuato un piccolo sasso di cocaina di quasi 20 grammi. Conclusi gli atti di rito, l’uomo è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia, in attesa del rito direttissimo avvenuto in mattinata odierna di fronte all’A.G. veronese. Al termine del rito, è stata comminata la pena dell’obbligo di dimora presso il comune di residenza nel modenese, e l’obbligo di firma tre volte a settimana presso la p.g..