Arresto di Domenico Multari per mafia parla il sindaco di Zimella. Alessia Segantini: “Dall’amministrazione chiusura totale verso questi fenomeni”.

Arresto di Domenico Multari per mafia parla il sindaco di Zimella

“Mi dispiace per la nostra comunità, ma anche per la sua famiglia: non credo sia una grande ‘soddisfazione’ subire un arresto e una perquisizione in casa”. Così il sindaco di Zimella, Alessia Segantini, al suo secondo mandato in scadenza a maggio, ha commentato l’arresto di Domenico Multari, presunto boss a capo di una vera e propria ‘ndrina nella Bassa.

“Noi mai avuto proposte indecenti”

“Da parte nostra, come amministrazione, c’è una chiusura totale verso questi fenomeni: non abbiamo mai avuto alcuna proposta indecente” ha aggiunto il primo cittadino. “Saranno le indagini e i processi a fare chiarezza, certo che sono rimasta spiazzata ad avere nel mio comune fenomeni che siamo abituati a vedere solo in tv. Noi conosciamo da anni questa famiglia che è ormai integrata nel tessuto sociale, essendo arrivata oltre 30 anni fa” conclude la Segantini.

Leggi anche:  In Italia con permesso umanitario sorpreso a rubare in casa a Bonavigo

LEGGI ANCHE:

Domenico Multari cittadini e imprenditori si rivolgevano al presunto boss

Operazione antimafia in Veneto la base era a Zimella

In corso operazione antimafia anche a Verona