Ancora una volta l’attività di controllo sul territorio, finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, ha condotto all’arresto di uno spacciatore.

L’arresto

Verso le 16.45 di ieri pomeriggio, gli agenti delle volanti, transitando all’altezza di via Palladio, hanno notato un’auto con a bordo tre ragazzi, già conosciuti alle forze dell’ordine come persone vicine al mondo del traffico di droga. Gli agenti, dopo aver seguito il veicolo fino a Piazzale XXV aprile, lo hanno fermato e sottoposto a controllo. I giovani, uno dei quali, posizionato sul sedile posteriore, hanno manifestato sin da subito una certa agitazione e reticenza. Sono stati sottoposti a perquisizione personale e, uno di loro, è stato trovato in possesso di 26 grammi tra eroina e cocaina ripartite in 16 dosi nascoste all’interno degli indumenti intimi. Gli altri due occupanti dell’auto, dopo l’identificazione, sono stati rilasciati. Lo spacciatore, invece, terminato il controllo, è stato arrestato per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa dello svolgimento del rito direttissimo, fissato oggi in mattinata.

Leggi anche:  Donna appicca il fuoco in una corte di Castel d'Azzano

Lo spacciatore

Si tratta di Ayari Taher, un marocchino di 25 anni. Il soggetto, irregolare sul territorio nazionale, è stato trovato in possesso di un discreto quantitativo di droga destinato allo spaccio.

La decisione del giudice

Stamane, dopo la convalida dell’arresto, il giudice ha disposto nei confronti dello straniero l’obbligo di presentazione  e firma per tre giorni a settimana.