Blitz contro la mafia nigeriana, anche Verona coinvolta.

Vasta operazione contro la mafia nigeriana

Associazione per delinquere, tratta, riduzione in schiavitù, estorsione, rapina, lesioni, violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione: queste le accuse per una trentina di persone.  La polizia sta eseguendo arresti in tutta Italia e anche all’estero su disposizione della magistratura di Bari. L’operazione ha nel mirino due clan mafiosi nigeriani che avevano la propria base operativa nel Cara di Bari-Palese.

L’operazione “Sommo poeta” scattata all’alba

La competenza dell’operazione, denominata “Sommo Poeta”, è della Direzione Distrettuale Antimafia. Il blitz è stato condotto dagli uomini della Polizia di Stato a Trento e nelle vicine province di Verona e Vicenza.

Le misure cautelari sono una trentina e sono state eseguite in Puglia, Sicilia, Campania, Calabria, Lazio, Abruzzo, Marche, Emilia Romagna, Veneto e poi all’estero, in Germania, Francia, Olanda e Malta. L’indagine della Squadra mobile di Bari, con il coordinamento del Servizio centrale operativo e l’ausilio della Divisione Interpol del Servizio per la cooperazione Internazionale di polizia, è coordinata dalla Dda di Bari e dalle pm Simona Filoni e Lidia Giorgio.

Leggi anche:  Intossicazione da monossido ad Alpo: 3 persone in ospedale