Cadavere in un fosso, potrebbe essere il bracciante rumeno scomparso a Ferragosto.

Cadavere saponificato rinvenuto in un fosso

Macabro ritrovamento per un agricoltore di Ronco che nella mattinata di ieri ha rinvenuto un cadavere riverso in un fosso. Mentre l’uomo era intento a sfalciare l’erba con il trattore attorno al campo di un’azienda di via Ronchi ha notato una sagoma scura, che subito non immaginasse fosse il corpo di un uomo. Avvicinatosi per controllare la triste constatazione. Subito l’umo ha lanciato l’allarme chiamando immediatamente i Carabinieri.

Le ipotesi sull’identità del cadavere

Diversi elementi dai primi riscontri farebbero pensare che si tratti di Costinel Munteanu, 41enne rumeno, di cui non si hanno notizie dallo scorso 12 agosto. Munteanu era arrivato da appena due giorni in Italia, spinto dal desiderio di trovare un lavoro nel nostro Paese e si era stabilito a casa di un parente. Come riferito da “Chi l’ha visto?”, il 12 agosto scorso l’uomo aveva iniziato una nuova attività lavorativa, ma da quel giorno di lui si sono perse le tracce. Il ritrovamento del cadavere è stato effettuato nella compagna confinante, a poche centinaia di metri in linea d’aria dai frutteti in cui il 41enne non ha iniziato nemmeno a lavorare.

Leggi anche:  Scooter investe una ragazza in via Palladio e poi scappa