Catturato ricercato e arrestate altre due persone. A Verona la polizia di Stato ha fermato tre persone, due con documenti falsi e una sul quale pendeva un ordine di carcerazione dal tribunale di Vicenza.

Documenti falsi

Nuovi arresti all’aeroporto di Verona: nel pomeriggio di ieri, giovedì 4 ottobre, gli agenti dell’Ufficio di Polizia di Frontiera fermavano, nelle sale d’imbarco dello scalo veronese, due passeggeri diretti a Dublino con volo Aer Lingus e che hanno esibito passaporti, carte di identità e patenti di guida della Slovenia risultati contraffatti dalla verifica.

Arrestati in flagranza di reato

I due passeggeri, risultati poi essere di nazionalità albanese e in possesso anche dei loro passaporti originali, sono stati arrestati nella flagranza del reato di possesso di documenti falsi e stamane condannati dal Tribunale di Verona alla pena di anni uno e mesi dieci di reclusione.

Ricercato catturato

Martedì scorso, invece, con il volo da Londra Gatwick, è arrivato un cittadino di nazionalità tunisina che, a seguito dei controlli degli agenti della polizia di Frontiera, risultava essere ricercato da diversi mesi perché colpito da un Ordine di Carcerazione emesso dal Tribunale di Vicenza, dovendo scontare la pena di un anno di reclusione per traffico di sostanze stupefacenti. Dopo essere stato arrestato, è stato associato al carcere di Verona, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Vicenza.