Lavori effetuati senza autorizzazioni o fuori norma. Sono queste le ragioni della chiusura di un centro massaggi a Desenzano.

Sotto sequestro

I Militari delle stazioni Carabinieri forestale di Salò-Vobarno, a seguito di una attivita’ di indagine disposta dal dottor Fabio salamone, hanno posto sotto sequestro un centro massaggi di Desenzano.

Al suo interno erano state eseguite opere edilizie comportanti un cambio di destinazione d’uso in assenza di titolo abilitativo ed in assenza di attestazioni di conformità, propedeutiche al rilascio di certificato di agibilità, accertando anche la presenza di impianti idraulici/elettrici realizzati in economia da operai cinesi.

Il centro massaggi, per di più, si trovava in centro storico ed in zona sottoposta a vincolo paesaggistico.