Non poteva uscire dal proprio comune di residenza il 34enne italiano L.L. sul cui conto gravava la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza.

Colognola ai Colli: arrestato sorvegliato speciale

Non poteva uscire dal proprio comune di residenza il 34enne italiano L.L. sul cui conto gravava la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza disposta nei suoi confronti dal Tribunale di Bari. Arrestato nel tardo pomeriggio di ieri dai Carabinieri della Stazione di Colognola ai Colli che, ben conoscendolo in virtù degli assidui controlli, lo hanno sorpreso mentre conversava tranquillamente all’esterno di un bar a Cellore d’Illasi, nonostante l’obbligo di rimanere nel comune di residenza cioè quello di Colognola ai Colli. Immediatamente riconosciuto dai militari che pattugliavano la zona, sono quindi scattate le manette ai polsi del pregiudicato. Su disposizione del Sostituto Procuratore di turno, il sorvegliato speciale è stato processato nella mattinata di ieri con rito direttissimo al termine del quale il Giudice del Tribunale di Verona, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto la misura cautelare degli arrestati domiciliari.