Controllato due volte dai Carabinieri: una volta è pulito, dopo mezzora no. Singolare arresto ieri sera in via Roveggia dopo un lungo inseguimento.

Controllato due volte dai Carabinieri: una volta è pulito, dopo mezzora no

“L’ho fatta franca” deve aver pensato il giovane tunisino gravato da precedenti che ieri, poco prima di cena, era stato fermato e perquisito dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Verona. Il controllo, infatti, aveva dato esito negativo, e l’uomo era stato lasciato libero di tornare a fare ciò che stava facendo.

Il secondo controllo

Dopo circa mezz’ora, però, il tunisino è stato fermato una seconda volta da un’altra pattuglia dei Carabinieri. Solo che nel frattempo l’audace, scampato al primo pericolo, era andato a recuperare circa 50 grammi di eroina di qualità “brown sugar”. Droga che, quando ha capito di essere sull’orlo di una nuova perquisizione, ha gettato a terra, dandosi alla fuga come un centometrista. Ma, da sprinter, poco dopo ha esaurito l’autonomia, facendosi acciuffare dal militare che lo rincorreva con polmoni da mezzofondista, e dai colleghi nel frattempo intervenuti. Il tunisino ha opposto resistenza prima di essere ammanettato e trasportato in camera di sicurezza. Questa mattina la direttissima ha confermato la custodia cautelare in carcere e fissato la prima udienza per il processo.