Con lo scopo di mantenere costantemente alto il livello di attenzione sugli scali ferroviari, punti nevralgici della mobilità di milioni di persone ogni giorno, su indicazione del servizio di polizia ferroviaria, il compartimento di polizia ferroviaria di Verona ha organizzato per la giornata di ieri,martedì 11 giugno, un servizio straordinario nella stazione di Verona Porta Nuova, durante il quale, alle quotidiane misure di vigilanza, sono state affiancate misure straordinarie di controllo a tutela dei viaggiatori.

Identificate oltre 300 persone

Nella sola giornata di ieri sono state identificate 324 persone, controllati 193 bagagli e denunciati in stato di libertà di 4 persone, oltre al controllo di ben 165 veicoli in transito davanti alla stazione. Le pattuglie dei poliziotti hanno presidiato i punti ritenuti più critici e le aree di maggiore affollamento, estendendo i controlli anche ai depositi bagagli, monitorando costantemente il flusso dei viaggiatori in arrivo e partenza dallo scalo ferroviario, effettuando controlli a campione nei confronti delle persone e dei bagagli al seguito.

Leggi anche:  Scontro tra auto e moto a Valeggio, un ferito grave

Le unità di polizia coinvolte

Il servizio è stato svolto durante l’intero arco della giornata, con il concorso di un’unità cinofila della Questura di Padova, del reparto prevenzione crimine di Padova e di unità operative di pronto intervento della Questura di Verona. Durante il controllo sono state impiegate in stazione e nelle zone immediatamente limitrofe, una ventina di pattuglie in uniforme oltre a quelle antiborseggio in abiti civili.

I denunciati

I denunciati, cittadini di varie nazionalità, sono stati deferiti all’A.G. un albanese per violazione al decreto di espulsione dal territorio nazionale, un ghanese per possesso di documenti contraffatti ed infine un egiziano ed un italiano per reati legati al possesso di sostanze stupefacenti.