Controlli in fiera. Rinforzi della polizia di Stato in occasione dell’internazionale Marmomac di fine settembre.

Servizi straordinari

Per la rassegna “Marmomac”, il Questore della Provincia di Verona Ivana Petricca, ha disposto, oltre a specifici servizi di ordine e sicurezza pubblica, anche servizi straordinari di controllo del territorio e prevenzione dei reati, sia all’interno del centro espositivo che nelle vie immediatamente limitrofe al quartiere fieristico.

Reparto Prevenzione Crimine

Nello specifico, l’attività di controllo del territorio, ordinariamente svolta dagli equipaggi dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, è stata implementata con pattuglie di rinforzo del Reparto Prevenzione Crimine di Padova e, grazie al sistema elettronico di tracciamento targhe “Mercurio”, sono state sottoposte a controllo 156 persone e più di 1200 veicoli.

 

Furto aggravato

All’interno dell’Ente fiera, l’attività dei poliziotti in borghese ha consentito, inoltre, di segnalare all’Autorità Giudiziaria due uomini di nazionalità algerina, accusati di furto aggravato in concorso.

I due stranieri sono stati intercettati, a seguito di segnalazione, mentre passeggiavano tra i padiglioni della Fiera. La denuncia, sporta da un indiano che dichiarava di essere stato derubato del proprio borsello contenente il personale passaporto, un ipad e 800 euro in contanti, ha fatto scattare immediatamente i controlli all’interno del quartiere espositivo che si sono conclusi, intorno alle ore 16.00 dello scorso giovedì, con il fermo dei due uomini responsabili del furto, chiaramente distinguibili nei filmati delle telecamere visionati dagli agenti.

Leggi anche:  Incendio ad Angiari, fumo in Transpolesana

Entrambi gli stranieri, K. S., quarantaquattrenne residente nella città di Torino e B. A. di anni 36, residente in Germania, a seguito degli ordinari accertamenti effettuati presso gli Uffici di Polizia, sono stati denunciati con l’accusa di furto aggravato in concorso.