Denunciati sette turisti per danneggiamento e furto. In poche ore sono stati individuati i responsabili.

Sette teutonici

Fermati e denunciati sette turisti tedeschi per danneggiamento e furto a Pacengo, questa mattina venerdì 25 maggio.

La denuncia

Stamattina il proprietario del bar La Capannina, davanti al porticciolo di Pacengo a Lazise, ha trovato il plateatico del suo locale demolito; qualcuno la scorsa notte aveva divelto e rubato insegne luminose, segnali indicatori, lavagne dei prezzi e addirittura un salvagente, oltre alla cartellonistica di un cantiere edile adiacente. La denuncia contro ignoti pervenuta ai Carabinieri della Stazione di Lazise della Compagnia di Peschiera del Garda, ha consentito ai militari dell’Arma d’individuare in poche ore i responsabili, un gruppo di sette ventenni tedeschi in vacanza in un villaggio turistico sul Garda.

Forte ebrezza alcolica

La notte brava del gruppo di amici, culminata alle 2.30 della scorsa notte con l’espoliazione degli arredi del bar, è stata costellata da canti, urla e schiamazzi alimentati dalla forte ebrezza alcolica, tanto da lasciare una scia di tracce e testimonianze che stamattina hanno condotto inequivocabilmente i Carabinieri a bussare alla porta di una roulotte.

Leggi anche:  Cordoglio di Zaia per la scomparsa di Giancarlo Ferretto

Colti dormienti

All’interno, fra decine di bottiglie vuote di superalcolici, dormivano profondamente i sette turisti che in angolo avevano accatastato il loro bottino: fra le migliaia di euro di danni provocati in una sola notte, si somma il conto della loro roulotte distrutta prima di essere cacciati dal campeggio poiché ospiti indesiderati