Disperso nel Mincio a Marmirolo: l’auto sembra sparita nel nulla. La presidente dall’associazione Casa Dacia romena di Valeggio: “I quattro che si sono salvati sono sotto shock”.

Disperso nel Mincio a Marmirolo: l’auto sembra sparita nel nulla

Nessuna traccia. Nulla di nulla. Finora, purtroppo, si sono rivelate vane le ricerche messe in campo per trovare il 23enne Raul Cristian Lacatusu e l’auto finita nel Mincio. Il ragazzo, di origine romena è residente a Valeggio sul Mincio, in provincia di Verona. Per tutta la giornata di ieri, domenica 5 maggio 2019, nonostante il forte maltempo, i sommozzatori dei vigili del fuoco e i carabinieri hanno eseguito le ricerche sul pelo dell’acqua e anche nel corso del fiume. Ma, purtroppo, finora non è stata trovata traccia né del ragazzo né dell’automobile. Ad aggiornare sulla vicenda è GiornalediMantova.it.

Acque profonde e torbide

A rendere particolarmente complicate le ricerche, diversi fattori. Il fatto che in quel punto il Mincio è molto profondo – 5 o 6 metri -, la corrente è molto veloce e anche il fatto che, a causa delle abbondanti piogge e del maltempo di ieri, le acque in questo momento sono anche molto torbide. Una serie di fattori che, sommati, stanno facendo in modo che oltre al ragazzo non sia stato possibile trovare nemmeno l’auto finita nel Mincio.

Le ricerche del giovane pescatore
Le ricerche del giovane pescatore

Salvataggio in extremis

Come noto, l’auto è finita nel Mincio mentre i cinque pescatori, tutti residenti a Valeggio e tutti di nazionalità romena, stavano riposando e si stavano riparando dalla pioggia della notte tra sabato 4 e domenica 5 maggio 2019, dopo che avevano deciso di passare le ore notturne a pescare nel Mincio nei pressi del ristorante Da Rita, nella frazione marmirolese di Pozzolo. Ad un tratto – non è ben chiaro cosa sia accaduto – la persona che stava nel posto di guida, potrebbe aver acceso il motore per riscaldare l’abitacolo o potrebbe anche solo aver premuto il pedale della frizione. Sta di fatto che l’auto, una VolksWahgen Bora, nel giro di pochissimi istanti è andata a finire nel Mincio. Tre dei cinque occupanti sono riusciti ad uscire e a portarsi a riva. Uno, invece, è stato salvato in extremis da due pescatori veronesi che erano appena giunti sul posto per una gara di pesca. L’altro, invece, il 23enne Raul Cristian Lacatusu, è stato visto sparire sotto il pelo dell’acqua, inghiottito dal fiume, e da quel momento non se ne hanno più notizie.

Leggi anche:  Gravissimo incidente in via Francia a Verona

La Comunità Romena di Valeggio in angoscia

E sono ore di attesa e angoscia anche a Valeggio, dove da poco risiedeva Raul, arrivato nella cittadina del Mincio per lavoro. Proprio a Valeggio c’è un’importante comunità romena, perfettamente integrata e motore di molte iniziative durante l’anno. Camelia Maria Bichis, presidente dall’associazione Casa Dacia romena di Valeggio, in queste ore sta tenendo i contatti con comunità, forze dell’ordine e consolato romeno: “Solo uno dei cinque viveva da tempo a Valeggio. Si è salvato ma è completamente sotto shock. Gli altri, compreso il povero disperso, sono qui da poco. Abbiamo incontrato uno di loro, che ha anche un figlio piccolo, ci ha detto solo di essersi svegliato già in acqua” ha spiegato la Bichis.