Diversi arresti a Verona in un solo giorno. I carabinieri hanno arrestato quattro persone in un solo giorno per violenza, detenzione di stupefacenti, oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale e furto.

Violenza e droga

Nella tarda mattinata di ieri, giovedì 24 gennaio, i militari della Sezione Radiomobile, coadiuvati dai colleghi della Stazione di San Michele Extra, hanno arrestato due cittadini marocchini di 31 e 33 anni, residenti in città e gravati da precedenti. Il primo ha raggiunto l’abitazione della sua ex compagna per aggredire la donna, la quale ha riportato lesioni guaribili in dieci giorni. Quando i militari si sono presentati nella casa dell’aggressore, lui e il connazionale hanno tentato di disfarsi di 26 grammi di cocaina. Durante la perquisizione  stati sequestrati materiale per il confezionamento dello stupefacente e 1625 euro in contanti. Entrambi gli arrestati sono stati ristretti nella Casa Circondariale di Verona Montorio a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Giro di arresti a Verona in un solo giorno. I carabinieri hanno arrestato quattro persone in un solo giorno per violenza, detenzione di stupefacenti, oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale e furto. 

Oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale

Nel primo pomeriggio, in San Giovanni Lupatoto, i carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto per oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale un 53enne legnaghese. L’uomo, pregiudicato per vari reati, è stato sorpreso alla guida di un autoveicolo in stato di ebbrezza alcolica e ha inveito contro i militari, strattonandoli e colpendoli con calci e pugni. Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato portato nella Casa Circondariale di Verona Montorio.

Leggi anche:  Incidente auto - furgone a Cerea: tre feriti

Giro di arresti a Verona in un solo giorno. I carabinieri hanno arrestato quattro persone in un solo giorno per violenza, detenzione di stupefacenti, oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale e furto. 

 

Furto

Il secondo arresto del pomeriggio ha visto i militari della Stazione di Verona San Massimo dare esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del 22enne finito in manette precedentemente per il furto commesso al centro commerciale “Adigeo”. In sostanza, il giovane, per altri fatti, era sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria ed il Tribunale di Verona, informato dell’arresto per furto, ha disposto nei suoi riguardi la più grave misura della custodia in carcere.