Arrestato a Verona un giovane su cui pendeva un ordine di carcerazione.

Vede i carabinieri e va nel panico

Erano le 7 circa di questa mattina, e durante un normale controllo del territorio l’attenzione dei carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Verona è stata attratta da un giovane che, alla vista dei militari, ha letteralmente iniziato a tremare e sudar freddo.

False generalità

A quel punto, gli è stato chiesto di fornire le proprie generalità: il giovane ha comunicato di non avere con sé i documenti, qualificandosi con nome e cognome rivelatisi dopo poco falsi. Sembrava allora fuori da ogni dubbio che il ragazzo avesse qualcosa da nascondere: operati tutti i controlli e gli accertamenti del caso, e’ infatti emerso che su di lui pendeva un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa il 2 agosto 2018 dalla corte di appello di Genova per reati inerenti gli stupefacenti.

Condotto in carcere

I militari hanno allora arrestato il giovane per false attestazioni sulla propria identità personale, con l’aggravante di aver commesso tale reato per sottrarsi volontariamente alla esecuzione dell’ordine di carcerazione per un precedente reato. Questa mattina è comparso davanti al giudice per il rito direttissimo: arresto convalidato, udienza rimandata a novembre 2018. L’uomo è stato condotto in carcere a Montorio.