Nasconde droga in casa, 21enne finisce in manette. E’ questo l’epilogo dell’operazione condotta dai carabinieri della stazione di Colognola ai Colli che ieri hanno arrestato un giovane che avevano raggiunto per notificargli un’ordinanza di aggravamento di misura cautelare emessa dal Tribunale di Verona.

Droga in casa la scoperta durante la notifica di un’ordinanza

Il provvedimento era scaturito a seguito delle continue violazioni agli obblighi di dimora e di presentazione ai Carabinieri che i militari dell’Arma hanno segnalato alla competente Autorità Giudiziaria. Doveva essere un semplice accompagnamento in carcere ed invece il 21enne, disoccupato e gravato da molteplici precedenti, ha trasformato il momento in un movimentato evento.

La collutazione

Il tutto è nato nella sua abitazione, all’atto di preparare il borsone con gli effetti personali da portare in carcere tra i quali il ragazzo cerca di nascondere qualcosa. Tale movimento, però, non passa inosservato ai Carabinieri che ordinano al prevenuto di svuotare la borsa per verificarne il contenuto. Lo stesso, quindi, con una mossa repentina ha preso quello che poi è risultato essere un involucro contenente 11 gr. di hashish ed ha tentato di disfarsene buttandolo nel water.

Leggi anche:  Tamponamento a catena all'altezza del raccordo di Verona Est

In carcere

Da qui ne è nata una colluttazione, in cui sono rimasti feriti due militari, a seguito della quale il giovane è stato immobilizzato. La successiva perquisizione personale ha consentito, oltre che recuperare la citata sostanza, di rinvenire circa 1000 euro in contanti ritenuti provento dell’attività di spaccio, 3 bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento delle dosi.
Per queste motivazioni il giovane è stato tratto in arresto in flagranza di reato ed accompagnato presso il carcere di Montorio. Oggi la direttissima dinnanzi al Tribunale di Verona.