Due minorenni scappano da una comunità ritrovate dalla Polfer di Verona. Erano in una struttura protetta perché oggetto di maltrattamenti in famiglia.

Due minorenni scappano da una comunità ritrovate dalla Polfer di Verona

Nel pomeriggio di ieri, gli agenti della Polizia di Stato del Settore Operativo Polizia Ferroviaria di Verona Porta Nuova, hanno rintracciato due minori, B.N., italiana e A.S., bosniaca, entrambe sedicenni. Il costante controllo della stazione ferroviaria di Verona Porta Nuova consente agli agenti di individuare persone, comportamenti e situazioni degne di attenzione. In particolare, in quest’ultima occasione, sono state notate le due adolescenti: entrambe si erano allontanate arbitrariamente da una comunità per minorenni di Padova.

Erano state maltrattate in famiglia

Il Tribunale per i Minorenni ne aveva, infatti, disposto la collocazione in una struttura protetta perché erano state oggetto di maltrattamenti in famiglia. Dopo aver fraternizzato all’interno del centro, evidentemente, le due giovani avevano deciso di affrontare insieme la fuga per raggiungere amici prima a Bologna e poi nella zona del veronese. Gli operatori di Polizia, dopo averle assistite, le hanno riaffidate ad uno degli educatori della Comunità. Dall’inizio dell’anno sono sei, in totale, i minori che la Polfer di Verona ha sottratto dai pericoli della strada, consentendo loro di continuare ad essere assistiti e protetti presso le rispettive famiglie o le strutture appositamente individuate.