Folle inseguimento con schianto a Legnago. Arrestato un cittadino moldavo che ha cercato di sottrarsi ad un controllo centrando il muro di un palazzo. Coinvolto un minorenne legnaghese.

Folle inseguimento con schianto a Legnago

Alle prime ore di questa mattina i militari del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Legnago hanno proceduto all’arresto di G.I., cittadino moldavo, classe 1998, residente a Bologna ma domiciliato a Bevilacqua, nullafacente e incensurato, e alla denuncia a piede libero di legnaghese minorenne del posto poiché, mentre la pattuglia era impegnata in un normale servizio di perlustrazione, veniva notata dai militari una Stilo con a bordo tre soggetti con atteggiamento sospetto i quali, invece di rallentare e fermarsi per essere sottoposti al controllo, acceleravano e si davano alla fuga a tutta velocità per le vie di Legnago, le frazioni di Casette, Vangadizza e Vigo per poi tornare a Legnago e, una volta giunti a Terranegra, si andavano a schiantare contro il muro di un palazzo.

Arrestato il moldavo, denunciato il minorenne del posto

Il moldavo che era alla guida, si dava alla fuga me veniva inseguito, bloccato ed arrestato subito dopo e, mentre un terzo individuo riusciva a darsi alla fuga, il minorenne che era nei sedili posteriori, veniva raggiunto dal brigadiere capo equipaggio col quale ingaggiava una colluttazione al termine del quale veniva bloccato anche con il supporto dell’altro carabiniere. I due venivano quindi portati in caserma: il moldavo veniva dichiarato in arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale e denunciato per guida in stato di ebbrezza e guida senza patente (mai conseguita); era inoltre alla guida di un veicolo non assicurato e quindi la vettura veniva sequestrata. Veniva inoltre denunciato per omissione di soccorso poiché dopo avere causato l’incidente non aveva prestato soccorso al minorenne posto sul lato passeggero che rimaneva lievemente ferito in seguito allo schianto, riportando 5 giorni di riposo medico, come conseguenza dell’incidente in cui è rimasto coinvolto., venendo a sua volta denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni per avere causato delle lesioni al brigadiere che ha riportato a sua volta ferite giudicate guaribili in 7 giorni.

Leggi anche:  Recuperati due escursionisti in difficoltà sull'Altissimo

Pena sospesa per il primo, affidamento ai genitori per il secondo

Il moldavo ha trascorso la notte presso le camere di sicurezza della Compagnia di Legnago e questa mattina è stato accompagnato al tribunale di Verona dove il giudice Monica Sarti lo ha condannato a 1 anno di reclusione, pena sospesa. Il minorenne dopo gli accertamenti di rito è stato affidato ai propri famigliari.