Furto d’auto e documenti italiano di 61 anni finisce in carcere.

Furto d’auto e documenti italiano con precedenti in carcere

Nella giornata di ieri martedì 15 maggio, i Carabinieri della Stazione di Castel d’Azzano eseguito un fermo di polizia giudiziaria nei confronti di un cittadino italiano (P.E. classe ’57), poiché responsabile dei reati di ricettazione e possesso ingiustificato di arnesi da scasso.

Beccato durante una perlustrazione

Durante un ordinario servizio perlustrativo, i militari dell’Arma hanno notato l’uomo aggirarsi con fare sospetto per le vie cittadine, pertanto hanno proceduto ad un normale controllo di polizia: avendo già dei precedenti e notando in lui una strana agitazione, hanno deciso di procedere ad una ispezione sul posto più approfondita. I Carabinieri hanno trovato in possesso dell’uomo un mazzo di chiavi relative ad un’autovettura parcheggiata lì vicino, che poi è risultata essere stata rubata pochi giorni prima. Oltre a questo, sempre nella disponibilità dell’uomo, hanno rinvenuto diversi documenti d’identità anch’essi denunciati come oggetto di furto e alcuni arnesi da scasso.

Leggi anche:  Sicurezza arilicense, ci pensano le forze dell'ordine

Refurtiva restituita ai legittimi proprietari

Eseguite le formalità di rito è stato poi tradotto presso il carcere di Verona Montorio. L’autovettura è stata restituita all’avente diritto e la stessa cosa avverrà nei prossimi giorni per i documenti.