Furto di rame a San Martino Buon Albergo due arresti. Uscivano da un capannone abbandonato, un tempo sede del centro commerciale “Casa Mercato”.

Furto di rame a San Martino Buon Albergo due arresti

Era un’attività di osservazione che andava avanti da giorni, e che ieri ha trovato finalmente conclusione quando i militari della stazione di San Martino Buon Albergo hanno tratto in arresto due soggetti per furto aggravato in concorso e riciclaggio. I due infatti, un bresciano pregiudicato e un veronese incensurato, sono stati intercettati in via della Scienza, tra San Martino e Lavagno, a bordo di un autovettura Audi A4: i carabinieri avevano potuto appurare strani movimenti, da parte di quell’auto, nei pressi di una capannone abbandonato, un tempo sede del centro commerciale “Casa Mercato”.

Il controllo e l’arresto

Proprio in quel capannone, infatti, erano presenti ingenti quantità di rame che, a fiuto degli investigatori, avrebbero potuto attirare l’attenzione di qualche malintenzionato. Ed infatti, al termine del servizio di controllo e appostamento, i Carabinieri hanno fermato la predetta macchina con i due a bordo, intenti ad uscire dal capannone: sono stati invitati a scendere dall’autovettura sulla quale è iniziata una perquisizione ed è stato rinvenuto quanto i militari pensassero, e anche di più. Infatti, oltre ai 60 chili di filo di rame occultati nel bagagliaio, i Carabinieri hanno potuto appurare come l’auto sulla quale i due viaggiavano fosse oggetto di furto (a Casaleone, ai danni di un cittadino romeno) e anche la targa, contraffatta, fosse stata in precedenza rubata. I due sono stati tratti in arresto e posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.