Quattro micini sono morti annegati. Una donna ha tentato di salvarne uno ancora vivo, senza però riuscirci

Gattini annegati nel fosso a Monteforte d’Alpone

Continua la piaga degli abbandono degli animali, in particolare dei gatti. Sono stati rinvenuti questa mattina quattro gattini in un fossato a Monteforte d’Alpone, nella pista ciclabile che collega Monteforte a Costalunga. Ad accorgersene è stata la montefortiana Lisa Frigotto mentre stava passeggiando con i suoi due cani. Ecco le sue parole:

“Ho sentito miagolare fortissimo, e seguendo il suono mi sono accorta che dentro al fossato c’erano tre gattini ormai morti e uno che cercava disperatamente di nuotare per salvarsi la vita”

Il disperato tentativo di salvataggio

La donna ha avvisato immediatamente i carabinieri e poi ha cercato di intervenire in prima persona per salvare il micio. Purtroppo mentre Frigotto cercava di recuperare degli attrezzi per tirare fuori dall’acqua il gattino, l’animale ha smesso di miagolare e la donna si è resa conto che era morto.

Leggi anche:  Motociclista scappa dai finanzieri e si schianta: nasconde eroina nel sellino

L’appello di Lisa

“Mi stupisco che nel 2019 succedano ancora queste cose. C’è chi dice che i gattini possano essere finiti lì con il temporale ma non ne sono molto convinta. Accanto al fossato c’era anche una borsa abbandonata. Se qualcuno li avesse buttati di proposito nel fosso, mi chiedo come si possa fare una cosa del genere. Sarebbe bastato mettere degli annunci e regalarli. Ci sono molti mezzi per far fronte alle cucciolate indesiderate, come la sterilizzazione delle gatte. Vorrei che questo fatto almeno servisse a far passare il messaggio dell’importanza della sterilizzazione. In giro c’è molta ignoranza su questo argomento. Si dice che la sterilizzazione non è naturale, ma è invece un modo per evitare queste situazioni”