Il Comandante dei Vigili del Fuoco di Verona in visita al 3° Stormo.

Il Comandante dei Vigili del Fuoco di Verona in visita al 3° Stormo

Lo scorso lunedì 25 novembre 2019, l’Ingegnere Nicola Micele, nuovo Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Verona, è giunto in visita istituzionale presso il 3° Stormo dove è stato accolto dal Comandante, Colonnello Francesco De Simone, rinnovando così i rapporti di amicizia e gli intenti di collaborazione tra due realtà di rilievo che operano sul territorio della provincia scaligera.

L’incontro ha avuto essenzialmente lo scopo di porre le basi per possibili attività congiunte, formazione, addestramento ed esercitazioni, per favorire lo scambio delle buone pratiche e aumentare la sinergia per intervenire in maniera più efficace nei casi di operazioni simultanee in presenza di incidenti o calamità naturali.

3° Stormo sede del corso di formazione tecnico professionale

Il 3° Stormo, infatti, ha maturato una notevole esperienza in materia, dal momento che è sede, ormai da diversi anni, del corso di formazione tecnico professionale per l’attribuzione della specialità antincendi. L’attività formativa e addestrativa, svolta secondo le linee guida impartite dal Servizio dei Supporti del Comando Logistico AM, è destinata non solo al personale dell’Aeronautica Militare, ma anche a quello delle altre Forze Armate, della Guardia di Finanza e delle altre Agenzie dello Stato. A Villafranca, pertanto, vengono formati i professionisti che saranno chiamati a fare da consulenti ai Comandanti nell’ambito della prevenzione degli incendi o ad operare in risposta alle emergenze derivanti dalle attività di volo o da quelle di routine che si svolgono all’interno di una base.

Il colonnello De Simone illustra le capacità del reparto

Il Colonello De Simone ha dapprima illustrato le capacità che il reparto è in grado di esprimere nell’ambito della Logistica di Proiezione, soffermandosi sul loro aspetto dual use, ovvero sulla possibilità di impiego sia in operazioni militari sia a favore della popolazione civile. È stato, poi, posto l’accento sull’esperienza maturata nel settore dell’Aircraft Recovery, frutto della partecipazione, ad esempio, all’esercitazione Multinational Aircraft Recovery Training (MART) alla quale prendono parte i Paesi appartenenti all’European Air Transport Command (EATC). Infine, all’Ingegnere Micele è stata offerta l’occasione di prendere visione delle strutture presso il Gruppo Servizi Supporto Operativo utilizzate dal personale antincendi dello Stormo e dai frequentatori dei corsi di specialità.

Il 3° Stormo si occupa principalmente di assicurare le capacità di “Sopravvivenza Operativa” e il “Sostegno Logistico” ai reparti dell’Aeronautica Militare e alle componenti mobili del sistema di Comando e Controllo proiettati a operare al di fuori delle proprie sedi stanziali. In particolare, assicura la proiezione di capacità logistiche aeroportuali, autonome, integrate e scalabili, dimensionate al supporto della Forza Integrata Nazionale, sia sul territorio nazionale sia fuori dai confini nazionali, tanto in operazioni militari quanto in esercitazioni, garantendo gli effetti necessari, al momento giusto e nel luogo richiesto.