Cronaca provinciale15 aprile 2018

Incendio Sev – parlano i primi cittadini della provincia e ARPAV

Ecco tutte le indicazioni dei primi cittadini e di Arpav.

Incendio Sev – parlano i primi cittadini della provincia. Le raccomandazioni dei primi cittadini e il primo riscontro di Arpav sulla vicenda.

Continuano le operazioni

Vigili del fuoco, Arpav, soccorritori e protezione civile sono ancora sul posto. L’incendio Sev sta tenendo impegnatissimo anche il personale di Arpav che dovrà dare una risposta ai cittadini che abitano a Povegliano Veronese e nelle zone limitrofe. Anche da parte dei sindaci delle zone limitrofe arrivano appelli e consigli.

LEGGI QUI LA NOTIZIA COMPLETA DI FOTO E VIDEO: GROSSO INCENDIO SEV

Prime notizie di Arpav

La situazione è sotto controllo per quanto riguarda il fuoco. Sul posto l’ARPAV sta monitorando l’aria. Si raccomanda ASSOLUTAMENTE di non uscire e di chiudere le finestre, spengendo ogni sistema che ricircoli l’aria di casa (aria condizionata e simili). I primi risultati sull’analisi dell’aria saranno disponibili fra poche ore. Per accertare la presenza di diossina servono almeno 48 ore.

Povegliano Veronese

Ordinanza sindacale n. 10. Il primo cittadino Lucio Buzzi scrive: “Considerato che in data odierna si è sviluppato un incendio presso la ditta S.E.V. Via Zanibelli con la combustione dei materiali ivi contenuti (carta, plastica ed altro) e produzione di grandi quantità di fumo che si è rapidamente diffuso sul territorio comunale e dei comuni limitrofi; Preso atto della presenza in loco di personale ARPAV che sta effettuando monitoraggi sull’ambiente; Ritenuto di dover provvedere in merito al fine di salvaguardare la salute della popolazione in qualità di responsabile della salute ed igiene pubblica; Visto l’articolo 54, 1° e 2° comma, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267;

ORDINA  in via del tutto precauzionale e fino all’esito della analisi in corso da parte di ARPAV, nonché all’emissione di ulteriore ordinanza ai cittadini di Povegliano Veronese e su tutto il territorio comunale di tenere chiuse porte e finestre e qualsiasi altra apertura delle abitazioni; – di tenere spenti tutti i sistemi di aria condizionata ed ogni altra apparecchiatura che porti aria esterna nei locali;
VIETA di trattenersi all’aperto; – di consumare verdure ed ortaggi coltivati per uso domestico negli orti o coltivazioni;
INVITA ad adottare tutti quei comportamenti utili e necessari ad evitare di esporsi o di respirare le emissioni derivanti dall’incendio e delle quali non è ancora stata accertata l’eventuale pericolosità. Il Responsabile del procedimento è il geom. Renzo Fratton e gli atti relativi possono essere visionati presso l’ufficio edilizia privata del comune di Povegliano Veronese.
DISPONE  la notifica della presente ordinanza, presso le sedi legali suindicate, per ogni effetto di legge:
– alle ditte SEV srl ;
– l’invio: – al PREFETTO DI VERONA; – al COMANDO VIGILI DEL FUOCO DI VERONA; – all’ARPAV – ai comuni di: Castel D’Azzano, Verona, Villafranca di Verona, Mozzecane, Nogarole Rocca, Vigasio e Buttapietra; – al Comando Vigili Urbani – Sede; – all’Ufficio Tecnico Comunale;”.

Verona

Il sindaco Federico Sboarina comunica: “Il Comune di Verona è in costante contatto con le autorità preposte al monitoraggio dell’incendio che si è verificato a Povegliano. Al momento non ci sono segnalazioni di allerta per Verona. L’unico avvertimento, per i quartieri in direzione di Povegliano, è di tenere le finestre chiuse come misura contro l’eventuale cattivo odore”.

Leggi anche:  Famiglia Scattolini, da quattro generazioni nella banda

Castel d’Azzano

Il primo cittadino Antonello Panuccio comunica: “Incendio Povegliano: il Vento gira continuamente anche su cda tenere finestre chiuse ed evitare se possibile spazi aperti stiamo aspettando risultati arpav”.

Villafranca

Il primo cittadino Mario Faccioli dispone: “In data odierna si è sviluppato un notevole incendio presso la sede della ditta SEV a Povegliano V.se, con innalzamento di una alta colonna di fumo che si è propagata anche nel territorio del Comune di Villafranca di Verona. Da informazioni assunte le operazioni di spegnimento non si esauriranno in giornata. La ditta effettua la gestione di rifiuti (carta, plastica ed altre sostanze) e quindi non è possibile stabilire con certezza la natura delle sostanze contenute nella nube di fumo che si è sviluppata. Il Sindaco di Povegliano ha comunicato che risulta presente sul luogo dell’incendio il personale dell’ARPAV per i rilievi del caso. Il Sindaco Mario Faccioli, pertanto, ordina, ai fini precauzionali e fino all’esito delle analisi in corso da parte di ARPAV, a tutta la popolazione e su tutto il territorio comunale: di tenere chiuse porte e finestre e qualsiasi altra apertura delle abitazioni;  di tenere spenti i sistemi di aria condizionata ed ogni altra apparecchiatura che porti aria esterna nei locali. Vieta, altresì lo svolgimento di manifestazioni o eventi all’aperto che comportino riunione di persone; di consumare verdure ed ortaggi coltivati per uso domestico negli orti, raccolti dalla data odierna e fino a nuova disposizione. Invita inoltre la popolazione ad adottare tutti i comportamenti utili e necessari ad evitare di esporsi o di respirare le emissioni derivanti dall’incendio”.

Mozzecane

Il sindaco Thomas Piccini raccomanda: “Incendio nell’impianto di rifiuti SEV a Povegliano.
In relazione all’incendio scatenatosi nell’impianto di trattamento rifiuti SEV di Povegliano Veronese si informa che sono in atto le verifiche dei fumi da parte dell’ARPAV di Verona e le conseguenti valutazioni del rischio sanitario da parte dei medici della USL 9.
Tutti i sindaci del circondario sono in attesa delle comunicazioni di ARPAV e USL per l’emissione di eventuali ordinanze restrittive per lo stazionamento all’aperto delle persone nei territori interessati dal plume di propagazione della nube di fumo. Seguiranno aggiornamenti sulla base delle risultanze delle indagini.A titolo precauzione si consiglia comunque di evitare di stazionare all’aperto e di tenere le finestre chiuse”.

Vigasio

Eddi Tosi, primo cittadino di Vigasio, in comunicazione costante su Facebook afferma: “Già da questa mattina sono in corso le operazioni di spegnimento dell’ingente incendio accaduto in una azienda. Vigili del Fuoco, tecnici dell’Arpav, ULSS, Protezione Civile, Carabinieri, Polizia locale e amministratori sono tutti al lavoro. Al momento la zona di ricaduta dei residui nella combustione non riguarda Vigasio. Invito tutti a non allarmarsi, a non andare sul posto. Comunque, a titolo precauzionale, è consigliabile tenere le finestre chiuse e ad evitare gli spazi aperti”.

 

2 commenti

  • ieri mattina, a Cadidavid, si è respirata un’aria acre e pungente. Istintivamente ho chiuso le finestre e fatalità avevamo in programma
    una giornata in montagna….ma i miei nipotini, di 9 e 5 anni, sono andati con i genitori sulla ciclabile di Casteldazzano e hanno respirato non sappiamo ancora cosa….la domanda è: perchè non c’è un sistema per avvisare la popolazione se c’è in corso un’emergenza? Perchè lasciare respirare ogni schifezza possibile a tutti? Perchè dire che il comune di Verona è stato avvisato e a noi lo sappiamo solo a cose avvenute e viene suggerito di tenere chiuso solo per il cattivo odore?……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente