Lamita Sane atleta di kick boxing arrestato a Verona. Le accuse sono di resistenza a pubblico ufficiale e sequestro di persona.

Lamita Sane atleta di kick boxing arrestato a Verona

Nella serata di sabato, intorno alle 19.30, gli agenti delle Volanti della Questura di Verona hanno tratto in arresto Sane Wind Lamita, ventottenne italiano accusato di sequestro di persona e resistenza a Pubblico ufficiale. L’intervento della Polizia, che si è concluso con il salvataggio di una giovane di vent’anni, è scattato a seguito di segnalazione giunta alla Centrale Operativa intorno alle 19.

La denuncia del padre della vittima

Il denunciante, padre della vittima, riferiva di essere stato contattato dalla figlia e di essere preoccupato per lei in quanto costretta, contro la sua volontà, a permanere all’interno dell’abitazione di un ragazzo domiciliato a Verona, in via Domenico Morone. Temendo per l’incolumità della ragazza, l’uomo richiedeva l’intervento della Polizia che, rapidamente, giungeva sul posto. Gli agenti, al fine di accertare la dinamica dei fatti denunciati, si dirigevano verso l’abitazione indicata.

Il rifiuto di aprire alla polizia

Una volta sull’uscio, appuravano la presenza di un uomo di colore che, alterato dal probabile uso di sostanze stupefacenti, si rifiutava categoricamente di far entrare in casa gli operatori, respingendo ogni loro richiesta di aprire le inferriate poste a protezione della porta d’ingresso. Approfittando di un momento di distrazione in cui lo straniero apriva leggermente l’uscio, i poliziotti riuscivano a suggerire alla ragazza, ancora in lacrime e sofferente di crisi respiratoria, di rifugiarsi all’interno del bagno.

Leggi anche:  Pianura Festival 2018

L’irruzione

Una volta garantita l’incolumità della vittima, gli agenti, con l’ausilio delle Unità Operative di Pronto Intervento della Questura e dei Vigili del Fuoco, irrompevano nell’appartamento e traevano in salvo la giovane. Nel momento del blitz, Sane Wind Lamita tentava la fuga dall’uscita posteriore dell’appartamento e, al fine di evitare la cattura, dopo aver oltrepassato di corsa alcune recinzioni, si introduceva fraudolentemente all’interno di una delle case attigue. Raggiunto e bloccato, a seguito di un’intensa colluttazione, l’uomo veniva tratto in arresto con l’accusa di sequestro di persona e resistenza a Pubblico Ufficiale.

La custodia in carcere

Trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura, il ventottenne italiano è comparso questa mattina davanti al giudice che, in sede di rito direttissimo, dopo la convalida dell’arresto, ha disposto nei confronti dell’uomo la misura della custodia cautelare in carcere.

Nb: Lamita Sane è la persona a destra nel video. L’altra persona nel video, che lo sta allenando, è totalmente estranea alla vicenda. Il video è stato preso dal profilo Facebook di Lamita.

Lui: atleta agonista di kick boxing

Secondo alcune testimonianze, i due avevano una relazione stabile almeno dal 2014. Lamita Sane si allena attualmente alla Lions Gym di Coventry, nel Regno Unito.