Marco Festi di Lavagno morto in schianto in A22. Non c’è pace per il comune veronese, già sconvolto per la tragedia di Elia Rizzotti.

Marco Festi di Lavagno morto in schianto in A22

E’ morto lungo l’A22, su un’autostrada che avrà percorso mille volte per piacere o per lavoro. Lui, Marco Festi, era trentino di origine, di Marano di Isera, ma veronese di adozione perché per vivere aveva scelto Lavagno. La sua vita si è fermata ieri proprio lungo l’autostrada che collega Veneto e Trentino, quando la sua auto, per cause ancora in corso di accertamento, ha tamponato un camion che la precedeva, rimanendo incastrata sotto il mezzo pesante. L’incidente è avvenuto all’altezza del casello di Rovereto Nord, in direzione sud.

Esperto di consulenza manageriale

Festi era presidente del Cda di Corbiz, sua creatura fondata nel 2010 dall’esperienza ventennale maturata dal gruppo Spaziofesti nel settore della formazione aziendale. Era contestualmente presidente della TmCorporate srl specializzata in formazione, e-learning, marketing e consulenza aziendale.